Zuppa di udon di manzo accogliente per ora

La sezione Food è impegnata come un alveare in questo periodo dell’anno. Ci stiamo attrezzando per supportare tutte le vostre feste natalizie nei prossimi mesi, oltre a prepararci per le nostre. Le persone spesso mi chiedono cosa darò da mangiare alla mia famiglia per cena durante queste settimane più frenetiche: qual è il mio pasto più veloce, più facile e più soddisfacente? La mia risposta? Zuppa di lenticchie rosso limone, che preparo tutto l’anno per scongiurare fame, malattie e noia generale. Si congela perfettamente, quindi posso tenerlo in giro per quelle notti in cui anche tritare una cipolla e una carota sembra Sisifo.

Il mio compagno di alveare J. Kenji López-Alt ha recentemente condiviso il suo pasto veloce in famiglia: niku udon (sopra), una zuppa di noodle di manzo giapponese, di cui ha scritto nella sua colonna per The Times.

È una tecnica semplice e geniale: fai sobbollire brevemente fette sottili di manzo e scalogno nel dashi condito con sake, mirin, zucchero e salsa di soia. Aggiungi gli udon noodles, quindi aggiungi il tutto alla fine con shichimi togarashi (miscela giapponese di sette spezie) o peperoncino in polvere. Questo è tutto! Un pasto caldo in meno di 30 minuti. L’unica parte difficile, se non ci sei abituato, è fare il dashi. Ma Kenji ci assicura che i kit dashi, del tipo come le bustine di tè che si immergono nell’acqua calda, funzionano bene qui. Questo è il tipo di suggerimento che può fare la differenza fondamentale quando hai poco tempo.

La zuppa è il mio ideale platonico di comfort food, ma potrebbe non essere il tuo. Allora che ne dici di un bel pasticcio? Sarah Copeland ci ha dato una versione facile di pollo usando la pasta sfoglia acquistata in negozio che include funghi per un sapore terroso. I vegetariani potrebbero voler provare il potpie di verdure cremose al burro senza esclusione di colpi di Ali Slagle con il suo mix di spinaci, cavoli e cavolo cappuccio. Ed ecco un classico al profumo di dragoncello per i puristi del potpie. So che sei là fuori.

Per un piatto di pollo che non è ricoperto di crosta, ci sono le cosce brasate all’aglio di Eric Kim. Richiede 20 spicchi d’aglio bolliti nel vino fino a quando il pollo e gli allium si sciolgono nella salsa dolce e schmaltzy, una combinazione che parla alla mia anima amante dell’aglio.

Si abbinerebbe bene con la zucca in agrodolce di Naz Deravian, la zucca arrostita con aceto zuccherato. Il sapore mielato della zucca farebbe una controparte tonificante a tutti quei succhi di pollo all’aglio e vinoso. Oppure potresti andare con queste semplici carote arrosto al profumo di origano per un gusto più salato.

Poi per dessert – ho sempre bisogno di dessert – prova questo budino di riso al caramello salato. È un po’ un progetto dato che devi fare il caramello, ma ne vale la pena.

Sai cos’altro vale completamente la pena? Un abbonamento al New York Times Cooking (indispensabile per ottenere le ricette). Se avevi intenzione di iscriverti, farlo ora, appena prima delle festività natalizie, sarà un vero regalo per il tuo io futuro. Ci trovi anche su YouTube, TikTok e Instagram, dove puoi imparare a fare la focaccia di patate e porri di Yossy Arefi. (La ricetta stessa è qui.)

Ora, una domanda per la mente alveare: quali sono i tuoi pasti veloci preferiti? Puoi farmelo sapere a [email protected]

A proposito di alveari, le api reali stanno rendendo possibile la tua cena. È stato stimato che un terzo del cibo che mangiamo dipenda dall’impollinazione di api, uccelli e pipistrelli, anche se per lo più api. La danza delle api è nota da tempo per essere una parte importante del modo in cui comunicano; Karl von Frisch ha decodificato per la prima volta la danza negli anni ’20, ma stiamo ancora imparando i dettagli. Di recente, gli scienziati hanno iniziato a sviluppare api robot come un possibile modo per aiutare le colonie in difficoltà. Per una lezione di ballo waggle veloce e divertente, mia figlia suggerisce questo. È una mania del ballo che spero vada avanti per sempre.

Sam è qui venerdì e ci vediamo lunedì.

Leave a Comment