Un inno ai pomodori (e qualche ricetta) |

Sono arrivati ​​i pomodori, i succosi gioielli di stagione. Crescendo, non ho davvero prestato attenzione alle varietà, ad eccezione degli enormi pomodori bistecca che occupavano l’intero palmo della mia mano. Ho sempre richiesto un panino al pomodoro con maionese su una spessa lastra di pane fatto in casa, cosparso di sale e pepe. Quando sono entrato nell’arena culinaria all’età di 11 anni, ho iniziato a notare molte cose riguardo ai cibi a cui non avevo pensato due volte prima. La famiglia del mio migliore amico coltivava peperoni e pomodori ogni estate. Mi piaceva inalare l’aroma mentre mi chinavo per sceglierne uno che fosse riscaldato dal sole mentre me lo mettevo in bocca. I pomodorini si drappeggiavano a grappoli sulle gabbie di metallo rendendo la raccolta così facile, mentre le varietà precoci pendevano da sole e davano un piccolo litigio mentre cercavo di liberarle dai loro spessi steli verdi.

Ma una volta che mi sono sposato e sono stato incaricato della pianificazione dei pasti e dello shopping, sono stato presentato a molte più varietà e sapori. Mi sono davvero appassionato alla coltivazione e all’inscatolamento dei pomodori del mio giardino. Mi è piaciuto mettere una foglia di basilico e un paio di spicchi d’aglio nei barattoli sterilizzati mentre nuotavano tra i pomodori e sembravano così belli contro il colore contrastante. Li ho usati per tante cose – zuppe, stufati, salse – e il sapore era così intenso. Ho anche acquisito conoscenze su quali pomodori rendessero la salsa migliore: San Marzano e Roma, di sicuro. Il pomodoro vinaccia e il pomodoro pera giallo baby sono ideali per le insalate. Nessuna affettatura e un boccone. Le sere non ho voglia di creare un’insalata, affettare un piatto di pomodori nostrani, fare una partita di aioli e mangiare. La tostatura è un altro modo che esalta il vero sapore del pomodoro e un modo semplice per preparare la salsa. Tagliate il pomodoro a tocchetti, quindi aggiungete alcune foglie di origano e basilico freschi e qualche spicchio d’aglio. Condite con un po’ d’olio d’oliva e arrostite. Assicurati solo che i pomodori siano in un unico strato. Arrostiscono più velocemente in questo modo e tendono ad essere meno acquosi. Preparate la vostra hot folder, toglieteli dal forno e versateli direttamente sopra. Mescolare per ricoprire le tagliatelle e passare il formaggio grattugiato.

I miei amici, Carmie e Glen Sanchez, hanno di nuovo il Natale a febbraio o marzo. Escono i cataloghi dei semi e loro si divertono a ordinare nuovi tipi e ceppi di pomodori. La scorsa stagione erano pomodori neri. Ogni anno aggiungono un pomodoro diverso alla loro coltivazione dal processo di semina. Scommetto che non esiste un tipo di pomodoro che non hanno coltivato o che intendono coltivare. Mi hanno ispirato, quindi il prossimo febbraio o marzo seguirò l’esempio. Niente più orti di pomodori istantanei per me che iniziano con le piantine. E se fai acquisti nei nostri mercatini locali, Metzger’s Farm propone deliziose varietà di cimelio. Per me, non c’è niente di più soddisfacente che uscire in giardino e raccogliere qualcosa da portare in cucina da preparare!

Pomodori secchi al forno (ottimi per zuppe, insalate, stufati e pizza)

Sciacquare e asciugare 1 libbra. Pomodori Roma. Tagliare le fette di ¼ di pollice in senso trasversale. Asciugare con un tovagliolo di carta. Rivestire una teglia oblunga con 1 cucchiaio. olio d’oliva. Disporre i pomodori in un unico strato e cospargere di sale, pepe e aglio in polvere. Cuocere in forno a 200 gradi per 2 ore e ¼ o fino a quando i pomodori non saranno asciutti, ma ancora malleabili. Mentre i pomodori sono caldi, staccare le fette dalla padella e metterle su una griglia a raffreddare. Conservare in un contenitore ermetico in frigorifero.

Leave a Comment