Tutto quello che devi sapere sui petti di pollo

Tutti abbiamo sentito la frase popolare: “Winner Winner! Cena di pollo!”. E giustamente si dice. Il pollo è uno degli alimenti più facili, gustosi e salutari della cucina. Oltre ad essere un’ottima opzione salutare, è così delizioso che è essenzialmente la star di molte feste, cene del fine settimana o semplicemente spuntini come frittelle di pollo, ali o popcorn. Ma una parte del pollo che è considerata più sana di altre sono i petti di pollo.

Quando si tratta di pasti durante la settimana o di intrattenere gli ospiti a casa, i petti di pollo sono regolabili e possono essere tonificati verso l’alto o verso il basso. Inoltre, il pollo tollera salse e sapori internazionali. I petti di pollo sono deliziosi e succulenti se preparati correttamente. Lo svantaggio è che potrebbero seccarsi rapidamente per la cottura eccessiva, ma con le giuste informazioni, preparare da soli i petti di pollo produrrà sempre ottimi risultati.

Il petto sferico dell’uccello, o più specificamente il suo petto, si trova nella parte anteriore. Ogni pollo ha due petti, che vengono rimossi dalla cavità toracica e separati da un osso. Questo pezzo di pollo è il più facile da modellare in qualsiasi pasto tu abbia in mente, perché non ha ossa. Inoltre, il petto è il più pallido della carne bianca perché non esegue alcun duro sollevamento.

Prima che inizi la cottura

Agli chef o ai cuochi viene dato un grosso pezzo di carne oblungo che è grasso su un’estremità e più leggero sull’altra una volta che il petto è stato separato dalla gabbia toracica. A causa della sua forma particolare, cucinare il pollo può essere un po’ impegnativo perché devi assicurarti che la carne raggiunga una temperatura di 165°F in tutto ma non vuoi seccare quell’area più piccola. A causa di questo dilemma, molti seni vengono fritti, marinati, ricoperti di pancetta o tagliati in pezzi più piccoli come pepite, dita o porzioni di kabab.

Come cucinare i petti di pollo

Ora, poiché sai che i petti di pollo non contengono tanto grasso quanto gli altri pezzi di carne del pollo, possono asciugarsi molto rapidamente in confronto. Pertanto, richiede un’attenzione particolare durante la cottura. Devi assicurarti di non far scuocere i seni e renderli meno desiderabili. I succhi presenti nei petti di pollo sono i tuoi alleati e assicurati solo che la carne sia cotta a una temperatura di 165° F. Ecco alcuni suggerimenti.

1. Cottura

Il forno deve essere preriscaldato a 400°C prima di cuocere il pollo. Cuocete i petti per circa 20-25 minuti dopo averli leggermente ricoperti con olio d’oliva e le vostre erbe aromatiche preferite. Controlla la temperatura interna con un termometro per carne al punto di 20 minuti, dovrebbe leggere 165 ° F. Non appena raggiunge quella temperatura, rimuovi i petti di pollo e lasciali riposare per circa cinque minuti. Il riposo della carne consente ai succhi saporiti di permeare l’intero taglio. Durante la cottura, avvolgere il seno con un foglio aiuta a mantenere l’umidità all’interno.

2. Grigliare

La griglia è comunemente un metodo di cottura preferito per i petti di pollo. La griglia deve essere oliata e riscaldata a fuoco medio. Quando è caldo, aggiungi i petti crudi e unti d’olio, copri e cuoci per 5-7 minuti prima di girare. Le spezie sono facoltative ma consigliate. Prima di togliere il cibo dalla griglia, controllare la temperatura interna. Se raggiunge i 165°F, servi il cibo e mettilo sul tavolo da picnic. Servire con salsa o altri condimenti. I petti dovrebbero essere tagliati contro il grano della carne per produrre pezzi più morbidi che cuociono in modo più uniforme.

3. Frittura

Un altro metodo molto apprezzato per preparare i petti di pollo è la frittura. I petti di pollo dovrebbero essere fritti solo dopo essere stati ricoperti da una miscela di pangrattato speziato per i risultati più eliminabili. Puoi mangiarli direttamente con una spruzzata di limone su un’insalata o come primo boccone di un panino ripieno.

Leave a Comment