Tutti i ristoranti visitati da Stanley Tucci nella seconda stagione di “Searching for Italy”

Ogni puntata è ricca di appetitose specialità regionali preparate dagli chef di tutto il paese.

Per coloro che vogliono seguire le orme di Tucci, di seguito è riportata una guida episodio per episodio a tutti i ristoranti, inclusi i ritrovi locali e gli stabilimenti stellati Michelin, che Tucci ha visitato durante la seconda stagione dello spettacolo.

I nuovi episodi vanno in onda la domenica alle 21:00 ET. Hai perso una settimana? Recupera qui su CNNgo. La prima stagione è disponibile su Discovery+ ed ecco l’elenco dei luoghi che ha visitato durante i sei episodi.

CALABRIA

Di tutte le regioni d’Italia, la Calabria detiene il maggior significato per Tucci. È la sua patria ancestrale e un luogo che sognava di visitare sin da quando era ragazzo. “Voglio conoscere la regione che la mia famiglia ha lasciato alle spalle”, ha detto Tucci nello show. Questa regione selvaggia e aspra costituisce la “punta” della penisola a forma di stivale del paese. È noto per le sue spiagge tentacolari, le montagne e i cibi regionali, tra cui il salame tradizionale, le cipolle rosse dolci e i peperoncini.
Panificio Cuti, gestito dalla fornaia Pina Olivetti, serve dal 1985 il pane tradizionale calabrese – un pane a lievitazione naturale chiamato pane de cuti – dal 1985. Il locale si trova a Marzi, che è conosciuta come la valle del grano. Quando Tucci è passato dalla panetteria, ha provato il pane di cuti, una ricetta vecchia di 100 anni. Per Tucci e i suoi genitori affamati ha anche preparato il morsello, una ciotola di pane ripiena di salsiccia e broccoli di rape. Questo pasto portatile era una volta uno dei preferiti di agricoltori e cacciatori che volevano portare con sé una fetta non così piccola di casa ovunque andassero. Oggi questo piatto viene spesso servito in occasione di matrimoni e celebrazioni.
Tropea è famosa per le sue cipolle rosse. Sono così dolci che possono essere serviti in pasta, conserve e gelato. Sintonizzati la domenica alle 21:00 ET per guardare i nuovissimi episodi di “Stanley Tucci: Alla ricerca dell’Italia”.
a Osteria della Cipolla Rossa (Locanda Cipolla Rossa), gestito da Michele Pugliese e Romana Schiariti, la specialità sono gli spaghetti alla cipolla rossa impenitentemente semplici. L’ingrediente chiave sono le rinomate cipolle rosse dolci della regione, dette cipolla rossa, che crescono solo lungo il piccolo tratto di costa che circonda la città di Tropea. Le cipolle sono così dolci che, durante la puntata, Tucci ne addenta una cruda come se fosse una mela.
Il Principe di Scilla è un ristorante a conduzione familiare a Scilla, in Italia, tutto incentrato sul pesce spada locale, la creatura marina più rispettata o pregiata della Calabria – e per una regione circondata dall’acqua su tre lati, questo dice davvero qualcosa. “È come se il prosciutto e il salmone affumicato avessero un figlio in amore”, ha detto Tucci mentre assaggiava il pesce spada crudo fresco con il proprietario del ristorante Johnny Giordano. Tucci ha provato anche gli scialiatelli alla ghiotta, che è come un ragù di pesce spada. “È a dir poco incredibile”, ha detto Giordano del piatto di pasta.
Nei piatti a Qafiz, nascosto tra le montagne dell’Aspromonte, lo chef Nino Rossi utilizza ingredienti locali. Ha preparato per Tucci il dessert d’autore che ha aiutato il ristorante a ottenere una stella Michelin: il fuoco. Ispirato dall’idea di una rinnovata crescita dopo gli incendi del 2021, il piatto dal nome appropriato è composto da meringa aromatizzata al carbone, mela a fette e spuma di cioccolato bianco. “È come un milione di gusti diversi lì dentro”, ha detto Tucci mentre si tuffava per secondi.
La Collinetta, Situato nel comune montano di Martone, è gestito dall’agricoltore e chef Pino Trimboli. Quando Tucci visitò, Trimboli fece l’agnello nell’argilla, un antico piatto greco. L’agnello è circondato da argilla bagnata prima di essere cotto per sigillare i sapori e i succhi delicati. Questa antica tecnica ha un compromesso: la cottura di ogni piatto richiede più di quattro ore. Ma Tucci ha detto che l’agnello “caduta dall’osso” risultante è valsa la pena aspettare.
I parenti italiani di Stanley Tucci gli prepararono una festa con i piatti preferiti della famiglia, tra cui lo stoccafisso alla Cittanova. Sintonizzati la domenica alle 21:00 ET per guardare i nuovissimi episodi di “Stanley Tucci: Alla ricerca dell’Italia”.

.

Leave a Comment