Tre ricette italiane da sgranocchiare a casa

Comfort food grande e audace (Big Mamma)

Comfort food grande e audace (Big Mamma)

Segnatevi i calendari ragazzi, è il World Pasta Day martedì 25 ottobre.

Dato che la pasta è nel loro sangue, abbiamo riunito il capo chef di Big Mamma Andrea, Armando e Gennaro per condividere con voi le loro ricette di pasta preferite, tra cui alcune firme e specialità stagionali. E a seconda di quanto ti senti forte, puoi usare queste ricette sia per la pasta fatta in casa che per quella secca – non lo diremo.

Il classico: mafaldine al tartufo

servire: Due

ingredienti:

400 g mafaldine, linguine o tagliatelle

70 g di parmigiano

20 g di burro

2 cucchiai di olio al tartufo

½ scalogno

20 g di tartufo nero autunnale

200 g di funghi champignon

30 ml di vino bianco

80 g di mascarpone

Metodo:

Per la crema al tartufo:

Sciogliere il burro con l’olio al tartufo in una padella. Aggiungere lo scalogno e metà del tartufo tritato finemente, quindi i funghi tritati/tritati. Fate rosolare per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco, mescolando bene con un cucchiaio di legno. Lasciate cuocere a fuoco basso per 10 minuti, quindi mescolate.

per la cartella:

In un’altra casseruola cuocete la pasta in acqua bollente salata, finché non sarà un po’ meno al dente. Mescolare il mascarpone con la crema al tartufo in un’altra casseruola e scaldare dolcemente. Aggiungere la pasta, il parmigiano grattugiato e un po’ di acqua di cottura, se necessario. Si serve subito, guarnendo con scaglie fini del tartufo rimasto (per questo potete usare un pelapatate).

Il preferito di stagione: le tagliatelle fatte in casa con i porcini

Le tagliatelle ai funghi porcini si servono solitamente come primo piatto in autunno (Big Mamma)

Le tagliatelle ai funghi porcini si servono solitamente come primo piatto in autunno (Big Mamma)

servire: Due

ingredienti:

Per l’impasto:

500 g di farina

5 uova

sale

Per la salsa:

400 g di porcini

1 spicchio d’aglio

40 g di olio d’oliva

150 ml di brodo vegetale

35 g di burro non salato

15 g di prezzemolo

sale e pepe

Metodo:

Su un piano di lavoro pulito fare un mucchietto con la farina e creare un incavo al centro. Mettere le uova nel pozzo e mescolare gradualmente la farina al centro per amalgamare. A poco a poco aggiungere la farina da tutti i lati fino a quando tutta la farina è amalgamata e si ottiene una palla di pasta liscia.

Mettere l’impasto in frigo a riposare mentre preparate la salsa.

Tritare finemente l’aglio. Affettate finemente i funghi porcini. Aggiungere l’olio d’oliva e il burro in una padella e far sciogliere. Aggiungere l’aglio e i funghi, cuocendo lentamente fino a renderli morbidi. Aggiungere il brodo e far sobbollire lentamente fino a quando non si sarà ridotto, quindi aggiungere il prezzemolo tritato (tenendone da parte un po’ per guarnire).

Nel frattempo, utilizzando la macchina o la piegatrice a mattarello, stendete la piega fino a ottenere uno spessore di 2 mm. Usando un coltello affettare la pasta in nastri spessi di tagliatelle. Lasciar asciugare leggermente su una teglia spolverata di farina.

Al momento di servire, mettere a ebollizione una pentola di acqua salata. Cuocete la pasta al dente (2-3 minuti circa), scolatela e versatela direttamente in padella con il brodo ei porcini. Cuocere mescolando, aggiungendo l’eventuale acqua di pasta per ammorbidire. Si serve subito, con un po’ di prezzemolo tritato e parmigiano fresco.

Il ragù di carne: i torciglioni alla genovese

La genovese è un ragù di cipolla e carne a cottura lenta della Campania (Big Mamma)

La genovese è un ragù di cipolla e carne a cottura lenta della Campania (Big Mamma)

servire: Due

ingredienti:

500 g di spalla d’agnello (a cubetti)

3 cipolle gialle

1 carota

1 sedano

60 ml di vino

1 foglia di alloro

50 ml di olio

sale e pepe

parmigiano

Metodo:

1. Per prima cosa affettare finemente le cipolle.

2. Scaldare l’olio d’oliva in una pentola capiente a fuoco medio-basso e aggiungere le cipolle, la carota e il sedano.

3. Soffriggere lentamente le cipolle per 10 minuti tenendole a fuoco basso per non farle dorare.

4. Nel frattempo cospargete di sale e pepe l’agnello e aggiungetelo nella pentola con l’alloro e il prezzemolo, fate rosolare la carne per un minuto o due. Aggiungere il vino, coprire la pentola e lasciare a fuoco medio-basso per 3 ore controllando e mescolando ogni tanto per assicurarsi che non si attacchi.

5. Dopo 3 ore, scopri la pentola. Lasciar cuocere a fuoco lento per un’altra ora, fino a quando la salsa non si sarà ridotta. Quindi sminuzzare l’agnello.

6. Una volta cotta e il sugo si sarà ridotto, cuocete la vostra pasta preferita (noi usiamo la pasta a spirale fatta in casa – torciglioni!) e conditela con il sugo.

Leave a Comment