Tabitha Brown discute del nuovo progetto | notizia

L’autrice e attrice condivide il suo viaggio verso il veganismo in un nuovo libro di cucina



Tabitha Brown discute del nuovo progetto

Cooking from the Spirit” è di Tabitha Brown.




Quando Tabitha Brown, l’attrice e protagonista dello spettacolo del concorso Food Network “It’s CompliPlated”, è diventata vegana cinque anni fa, ha perso 12 chili. Ma quando la mamma, moglie e regina culinaria della positività di 43 anni hanno imparato l’arte di preparare quel polpettone e purè di patate imitati, insalata di mare, bistecche al formaggio e crostata di pesche senza carne, pesce o latticini, ha capito, “giusto schiena spessa.”

E le sta bene perché suo marito la ama in quel modo.

Brown condivide il suo gustoso viaggio verso il veganismo nel suo nuovo libro di cucina, “Cucinare dallo spirito: ispirazioni vegetali facili, deliziose e gioiose”.

Il tour di Brown per supportare il libro di cucina sta deliziando i suoi fan devoti che di recente l’hanno difesa sui social media dopo che Food Network ha spostato “It’s CompliPlated” da un’ambita fascia oraria di giovedì alle 22:00 al martedì alle 13:00

Dopo il trasloco, Brown ha suggerito in un post sui social media al Food Network di cercare di impedirle di essere il suo sé autentico. Il suo spettacolo, ha detto, sta fiorendo perché la sua base di fan “è così fedele”. Come gli chef preparano su “It’s CompliPlated”, il libro di Brown offre al pubblico ricette a base vegetale.,

Il suo libro di cucina di 184 pagine contiene ricette che richiedono principalmente frutta e verdura, anche se alcune richiedono salsa di pomodoro in scatola o sostituti di uova e carne. Ma non aspettarti misurazioni con le liste degli ingredienti. “Non cucino da una ricetta”, scrive nel suo libro di cucina, “e non misuro niente. Aggiungo solo quello che mi piace e lo faccio finché il mio spirito non mi dice di fermarmi”.

Ognuna delle ricette viene fornita con una citazione ispiratrice, o Tabismo, che celebra l’universo, ispira il cuoco e riempie il commensale di nutrizione e amore.

Abbiamo parlato con Brown del suo viaggio vegano e del suo bisogno di autenticità. Le risposte sono state modificate per lunghezza e chiarezza.

D: Arriveremo al cibo, ma parliamo della tua voce. È così rilassante ed è la parte più riconoscibile del tuo marchio.

IL: Sai cosa è pazzesco? Ho nascosto questa voce per così tanto tempo. Oh sì ragazza, non sono entrato nella mia libertà fino a circa cinque anni fa. Ho cambiato codice e ho nascosto il mio accento per 20 anni. Solo a casa, quando ero con la mia famiglia, sarei stata questa persona. Ma se incontri le mie zie e i miei cugini e le mie sorelle, abbiamo tutti questa voce.

Abbiamo tutti un tono profondo nella nostra voce e siamo molto del sud o, come diremmo noi, “Noi paese”. Ho passato molto tempo con mio nonno, davvero il mio bisnonno quando ero una ragazzina. E il solo fatto di essere vicino a molte persone anziane quando ero giovane, dicevano sempre che avevo uno spirito antico. Ho nascosto il mio accento pensando che non fosse abbastanza. Ci ho creduto quando la gente mi ha detto che suonavo ignorante. Grazie a Dio per la libertà. Grazie a Dio per essermi svegliato, avermi scelto ed essere quello che Dio mi ha creato per essere. Tesoro, questo è ciò che ha cambiato la mia vita.

D: È per questo che il tuo messaggio di amor proprio ti guida ed è così importante?

IL: Una volta che sono entrato nella mia libertà, è diventata una mia responsabilità mostrare ad altre donne, che mi assomigliano, indovina un po’, noi siamo abbastanza. Quando stavo cambiando codice, ho cercato di far sentire a proprio agio tutti gli altri. È estenuante e non è il mio stress da portare. Conformarsi non ci appartiene. È molto importante per noi essere il 100% delle volte il nostro sé autentico il 100% delle volte.

D: Parlami del tuo percorso verso il veganismo.

IL: Mi sono ammalato. Avevo un mal di testa nella parte posteriore della testa, ed era lì ogni giorno per un anno e sette mesi. Niente potrebbe farlo andare via. È stato estenuante. Avevo stanchezza e dolore in tutto il corpo. Ho perso la vista per un giorno. Ho pensato che stavo davvero per morire.

Mia figlia un giorno è tornata a casa da scuola e mi ha parlato di un documentario che ha visto a scuola, “What the Health”. Quindi abbiamo deciso di sottoporci a una sfida vegana di 30 giorni. Dopo i primi 10 giorni, il mal di testa che avevo per un anno e mezzo è scomparso. L’energia ha iniziato a tornare da me e ho deciso: “Questa sarà la mia vita, non tornerò mai più”. Cinque anni dopo, tesoro, eccomi qui.

D: La tua famiglia è vegana ora?

IL: Al. Mia figlia è stata vegana con me per tre anni, ma è tornata a mangiare pesce e pollo. Mio marito è tornato a pesce e pollo dopo due anni. Mio figlio, che ha 10 anni, non è mai stato vegano. Ma dirà a chiunque mangi cibo vegano perché è quello che cucina sua madre.

D: Come ti è venuta in mente queste ricette?

IL: Cucino solo con lo spirito, tesoro. Questo libro è davvero per le persone che vorrebbero provare il vegano. Fondamentalmente, ho preparato tutte le mie ricette vegane tradizionali e non vegane. Questo è ciò che aiuta con le voglie. La gente può dire: ‘Aspetta, posso farlo io’. Ci sono ricette di spaghetti, polpettone. Ho scoperto che se hai cose che le persone mangiano sempre vegane, le persone sono più inclini a provarle e farle.

D: Ma per quanto riguarda il formaggio? Amo il formaggio.

IL: Ci sono così tanti formaggi vegani che sono incredibili. Intendo strabiliante. C’è un formaggio chiamato Follow Your Heart. Ho appena mangiato un po’ di formaggio blu e ha un sapore esattamente come il formaggio blu prodotto con latticini. Sono allergico ai latticini, quindi ho dovuto ridurre prima ancora di diventare vegano. Ma fidati, ci sono molte versioni là fuori. Capisco gli amanti del formaggio, però.

D: Com’è essere la persona che ha convinto così tante persone, specialmente i neri e le persone di colore, che possiamo diventare vegani?

IL: Sono grato di essere la nave. Quando sentivo vegan pensavo fosse per le donne bianche che facevano yoga. Pensavo fosse un culto. È bello essere una donna nera che produce cibo che può guarirci. Sono così grato che le persone siano così inclini a provare il mio cibo. Non dico mai a nessuno che dovrebbero diventare vegani, condivido semplicemente la mia vita nella speranza che la provino.

PIZZA VEGGIE FLATBREAD CON ANANAS

Per questa ricetta vegetariana, Tabitha Brown suggerisce di utilizzare la focaccia acquistata in negozio e di controllare l’etichetta per i prodotti animali.

  • focaccia acquistata in negozio
  • Sugo per pasta vegano o sugo per pizza
  • Scaglie di mozzarella vegana
  • olive nere a fette
  • Funghi Bianchi Affettati
  • Ananas fresco tritato, sgocciolato
  • Peperone rosso tritato
  • Cipolla rossa, cipolla rossa affettata
  • spinaci freschi
  • Polvere d’aglio
  • tutto condimento per bagel

Preriscaldare il forno a 450 gradi Fahrenheit. Foderate una teglia con un foglio di alluminio o carta da forno.

Metti la tua focaccia sulla teglia foderata. Usando un pennello da cucina o un cucchiaio, spalmare sulla salsa.

Cospargere di formaggio a piacere. Aggiungi le olive, i funghi, l’ananas, il peperone, la cipolla viola e gli spinaci, distribuendo gli ingredienti su tutta la superficie della pizza. Cospargere l’aglio in polvere e tutto il condimento per bagel, quindi aggiungere qualche pizzico di sale. Se volete aggiungere altri pezzetti di formaggio per tenere il tutto insieme.

Cuocete per circa 10 minuti, quindi accendete la griglia in alto e fate cuocere per circa 2 minuti per far dorare le verdure sopra.

CALCIO PISCINO DI PESCA

  • Spray all’olio di cocco o di avocado, per la padella
  • 1 tazza di farina autolievitante
  • 1/2 tazza di zucchero
  • Un pizzico di cannella in polvere (aggiungerne un po’ di più se ne volete di più, miele)
  • Una lattina di latte di cocco condensato da 7,4 once
  • 1 stick (8 cucchiai) di burro vegano, sciolto
  • Una lattina da 29 once di pesche a fette in sciroppo pesante
  • 1 cucchiaino di puro estratto di vaniglia

Preriscaldare il forno a 350 gradi Fahrenheit. Spruzzare il fondo e i lati di una teglia profonda da 9 o 10 pollici o di una teglia quadrata con olio.

In una ciotola media, sbatti insieme la farina, lo zucchero e la cannella. Aggiungere il latte condensato e mescolare con un cucchiaio fino a quando non sono più visibili i pezzetti di farina e gli ingredienti si uniscono per formare un impasto.

Versare il burro fuso nella tortiera preparata. Assicurati che il burro copra il fondo.

Trasferite l’impasto sulla teglia. Puoi allargarlo un po’, ma non preoccuparti se non ne hai voglia. Il forno farà la maggior parte del duro lavoro per noi.

Versare le pesche con il loro sciroppo sopra l’impasto. Versare sopra la vaniglia e aggiungere un po’ più di cannella se lo si desidera.

Cuocere fino a quando le pesche non saranno dorate in superficie e la crosta sarà dorata, da 50 minuti a 1 ora. (Fai scorrere una teglia sulla griglia sotto il ciabattino mentre cuoce per raccogliere eventuali succhi.)

.

Leave a Comment