Silog Ricette e Tradizioni | cucina

Non importa quanto volessi dormire da bambino, mia madre era irremovibile sul fatto che non saltassi mai la colazione. “La colazione e ‘il pasto piu’ importante della giornata!” diceva come un orologio mentre ci stavamo preparando per la scuola. Mentre mi affrettavo a infilarmi i jeans, già temendo la sensazione di tirare il denim freddo sulla pelle, sapevo che mia madre era già in piedi da un’ora per cucinare per la famiglia. La sentivo aprire un barattolo di carne in scatola con la minuscola chiave di metallo in dotazione. Stava preparando mucchietti di riso al gelsomino da condire nell’olio bollente e dopo aver fritto le uova si sentiva l’odore del grasso proprio come piacevano a me: bordi di pizzo croccanti e marroni e tuorli che colavano.

Quando stavo crescendo, ho vissuto con i miei genitori e due sorelle in una casa con tre camere da letto a San Jose insieme ad altri sette membri della mia famiglia allargata. La colazione in questa famiglia filippina multigenerazionale è stata gioiosa. Stordito e con gli occhi annebbiati, inciampavo in cucina e prendevo vita vedendo i piatti di carne in scatola, longanisa dolce e SPAM che apparirebbero come per magia sul tavolo.

Per quanto incredibili suonino quei piatti, però, la migliore colazione filippina è quella condivisa con le persone che amo e a cui tengo. Quella comunità è l’elemento più importante. E così, per questo pacchetto, ho scelto tre collaboratori: Molly Olis Krost, Kristy Drutman e Gretchen Carvajal, che sono tutte creative filippine americane che ammiro. Le loro ricette mostrano l’adattabilità intrinseca del cibo filippino e raccontano la storia che preparare la colazione per noi stessi, i nostri amici e la nostra famiglia è un segno distintivo dell’esperienza filippina americana, profondamente radicata nella cura della comunità.

Ensaymada: Tanti modi per fare la pasticceria

Come alimento base per la colazione, l’ensaymada – soffice brioche ricoperta di burro, zucchero e formaggio – si è evoluta nel tempo per includere sapori e ingredienti più unici. Al tavolo della colazione della mia infanzia, è arrivato fresco dal nostro negozio di dolci Goldilocks locale. Al giorno d’oggi potresti imbatterti in un’ensaymada ripiena di ube halaya (marmellata di igname viola) o Nutella.

Per la mia amica Kristy, trovare un modo per godersi un saggio senza glutine e vegano ha portato a questo innovativo inslaymada (una ricetta così buona che uccide) che condivide con la sua famiglia. Per legare e lasciare, usa il sostituto delle uova vegano e il lievito in polvere al posto delle uova e del lievito tradizionali. Queste torte umide e dolci evocano i sapori di una classica ensaymada, soprattutto con la guarnizione. La ricca crema al burro di formaggio cremoso vegano accompagnata con formaggio cheddar vegano è un perfetto equilibrio tra dolce e salato.

Anche se il cibo delle feste per i compleanni e le occasioni speciali era abbondante, era la quotidianità della colazione a essere un conforto che potevo aspettarmi ogni mattina. Che fosse mia madre o zia Rina a cucinare la colazione per noi, potevo contare di condividere le mie carni preferite, il riso fritto all’aglio e le uova – i componenti del silog – insieme come una famiglia. Anche se i silog erano qualcosa che potevamo avere ogni mattina, desideravo ardentemente i sabati tranquilli in cui potevo bere il suono dei miei familiari che spettegolavano e ridevano per ore senza dovermi preoccupare della scuola o del lavoro che interrompevano i nostri pasti.

Pandesal incontra French Toast

Durante alcuni giorni feriali, quando non avevo tempo per fare una colazione abbondante, adoravo il caldo pandesal che mia madre spesso mi metteva in mano mentre correvo a prendere l’autobus. Questo rotolo lievitato era un alimento base della Valerio’s City Bakery, il nostro posto filippino di riferimento in città.

Quando avevo un paio di minuti in più prima di dover partire per la lezione, mio ​​padre tagliava a metà il pandesal, gettava le fette nel tostapane, le imburrava proprio come piaceva a me: malangi, la parola Kapampangan per “secco”. Volevo che il burro fosse completamente sciolto prima che aggiungesse una spolverata di zucchero sopra le fette. Quando prendevo un boccone, lo zucchero mi colpiva prima la lingua e poi il burro salato inzuppava lo strato più alto di pane per la finitura. Altre volte intingevo un intero panino nella mia cioccolata calda e lo mangiavo in un susseguirsi di morsi fradici mentre mio padre faceva lo stesso con il suo pandesal e il caffè. Ci sedevamo insieme come immagini speculari l’uno dell’altro, con pezzetti di pane gocciolanti imbevuti delle nostre bevande preferite. Ho fatto una sfida personale per non perdere l’ultimo boccone di pane nel fondo della mia tazza.

Pandesal è fatto per colazioni versatili. Mentre io e la mia famiglia avevamo i nostri modi di mangiare il pane al mattino, ci sono così tante interpretazioni diverse di una colazione pandesal. Nella sua famiglia, la mia amica Gretchen ha una meravigliosa ricetta per un piatto di silog che include un dolce Pandesal French Toast tramandata da sua madre. Ogni fetta di pane alla crema, rosolata alla perfezione, viene condita con latte condensato zuccherato. Adoro il fatto che non ci voglia molto prima che il pandesal passi dalla padella alla tavola. Non solo il piatto Carvajal è pieno di uno speciale toast francese, ma hanno anche polpette di salsiccia di maiale incredibilmente succose o longanisa per accompagnarlo.

“Kielbasilog” e la generosa flessibilità della colazione filippina

Da quando mi sono trasferito a Brooklyn nel 2017, sono lontani i giorni in cui spezzavo il pane con la mia famiglia ogni mattina. Quando ero più solo, desideravo ardentemente un silog che potesse farmi sentire come se il tavolo della cucina dei miei genitori non fosse in realtà dall’altra parte del paese. Forse, come Patrick Star, potrei prendere i ricordi di vivere a un tiro di schioppo dalle persone che amo in California – un luogo che ho chiamato casa per 22 anni della mia vita – e lasciarlo cadere da qualche parte proprio nel cuore di New York con un semplice gesto miscela di riso e uova.

Quando Jollibee ha aperto a Hell’s Kitchen nel 2018, non vedevo l’ora di poter finalmente acquistare silog perché non avevo nessun ristorante filippino nelle vicinanze che servisse la colazione. Il fatto che ci sarebbe stato un Jollibee a pochi passi dal mio ufficio a Manhattan è stato un piacere! Quando i miei genitori non avevano l’energia per cucinare dopo la messa della domenica mattina, ci portavano dal nostro Jollibee locale per prendere i silog al mattino e gli spaghetti filippini per cena. Ho passeggiato proprio in una mattina pensando di poter ordinare la colazione prima di andare al lavoro.

Ho chiesto al cassiere se potevo prendere il tapsilog: tapa (manzo marinato), sinangag (riso fritto con aglio) e itlog (uovo soleggiato). Si scopre che hanno un menu limitato in questo posto e vendono solo pollo fritto e spaghetti, anche alle 9 del mattino Anche se normalmente non direi mai di no a Chickenjoy e agli spaghetti carichi di ketchup di banana e hot dog, era troppo presto per questo combinato. Sconsolato, mi sono ritirato nel mio ufficio a stomaco vuoto.

Fu allora che mi resi conto che il modo migliore per soddisfare le mie voglie di silog sarebbe stato cucinare una colazione filippina a casa. Prima di quella fatidica mattina, mi vergogno ad ammettere che ero troppo pigro per provare a fare qualcosa di filippino. Una parte di me aveva un atteggiamento disfattista che qualsiasi cosa avessi fatto non sarebbe mai stata all’altezza della cucina della mia famiglia.

Poiché nemmeno Jollibee poteva aiutarmi, ho raccolto il coraggio di fare il tocino da zero usando una ricetta che ho trovato online. Dopo aver lasciato insaporire la spalla di maiale in una vasca di salsa di soia, zucchero di canna e succo d’ananas, ho brasato la carne marinata e il tocino cotto – gocciolante di grasso – era così tenero. Potrebbe non avere lo stesso sapore del maiale congelato, acquistato in negozio, che i miei genitori compravano per le colazioni di famiglia, ma era comunque delizioso.

Anche se avevo il tocino, il sinangag, l’uovo fritto e i pomodori a cubetti conditi con aceto di cocco speziato, il rituale della colazione non sembrava completo senza nessuno con cui condividerlo. Nel mio cuore, cucinare un silog potrebbe sembrare giusto solo se avessi più di una bocca da sfamare. Alla fine ho capito che gran parte del motivo per cui amavo una colazione filippina era che non mi sentivo mai solo mentre la mangiavo.

Non vedevo l’ora di dare da mangiare al mio ragazzo, Jason, questo tocilog di cui ero così orgoglioso e di scattare foto da inviare a mia mamma e mio papà. Non l’aveva mai avuto prima, ma divorò ogni boccone, condividendo che gli piaceva il modo in cui l’acidità dell’aceto si contrapponeva alla salsedine del tocino. Rallegravo di gioia.

Quando ho visitato la California nel giugno 2021 per la prima volta dall’inizio della pandemia, ho potuto portare Jason a incontrare i miei genitori. Non sapevano molto di lui a parte il fatto che è polacco-americano – in realtà è lituano ma hanno accidentalmente confuso i due – e cresciuto cattolico (musica per le orecchie di mia madre!), quindi ero ansioso di provare come sarebbe stato con anche lui alloggiato a casa nostra.

Quando siamo scesi le scale per la colazione, mia madre è emersa dalla cucina sporca (la cucina all’aperto dove fa tutte le fritture) con in mano gli elementi familiari di silog, tranne che c’era qualcosa di nuovo: kielbasa! Quel giorno ci siamo goduti il ​​nostro silog “polipino” (filippino polacco), riso e tutto il resto, insieme come una famiglia.

Una colazione filippino-ebraica

Nella diaspora filippina, c’è così tanto incrocio culturale nel nostro cibo. Anche My Ate Molly non è estranea a questi pasti fusion. Lei ha un manzo Tapa Matzo Brei con Atchara ricetta che racchiude magnificamente la sua eredità filippina-ebraica. La tapa, carne di manzo marinata con soia tagliata a fette sottili, è l’ultima carne filippina salata per la colazione. È delizioso mangiare un boccone della tapa di Molly con uno dei preferiti della Pasqua ebraica: matzo brei. L’atchara, composto da papaia sottaceto, carota e peperone verde, conferisce una nota acida che non solo purifica il palato, ma fa anche venire voglia di mangiare di più.

Kielbasilog e le innumerevoli iterazioni della formula silog mi hanno insegnato che la parte migliore di una colazione filippina è che non ci sono regole. Puoi mescolarlo con tutto ciò che hai a portata di mano. Se avete del riso in più in frigo, potete friggerlo con olio e aglio. Quando qualcuno porta le prove come un’offerta, le metti tutte fuori perché le persone si divertano con il loro caffè. La colazione può essere semplice o elaborata come desideri. Che questo significhi sgranocchiare pandesal o un mango maturo con un’infarinatura di avanzi della cena della sera prima, il silog non riguarda tanto ciò che fai, ma con chi lo mangi.

Quando vedo la mia famiglia, che sia la mia prescelta che ho fatto a New York o le persone con cui sono cresciuto, intorno al tavolo per colazione, mi sento completa. Vedo il pasto come una promessa di un nuovo inizio di giornata e un luogo speciale dove il freestyle è la tradizione che si tramanda di generazione in generazione.

Si scopre che mia madre aveva ragione. colazione? Non conosco un pasto più importante.

Abi su filipinx e filippino americanoe

Personalmente, scelgo di identificarmi come filippino americani poiché è sempre stato il modo in cui mi sono riferito a me stesso crescendo. Ho imparato a conoscere Filipinx quando ero al college e sostengo con tutto il cuore l’uso del termine per le persone che preferiscono usare Filipinx per se stesse. Non voglio in alcun modo prescrivere un modo per etichettare l’identità, che è il conflitto da cui ritengo derivi la diaspora e il discorso sulla terraferma. Il filippino americano è proprio quello con cui sono cresciuto e quello che in genere mi chiamo ora.

Leave a Comment