“Shark Tank” rifiuta che ha avuto un super successo

Michel Leroy/Invision/AP/Shutterstock

Michel Leroy/Invision/AP/Shutterstock

“Shark Tank” della ABC ha distribuito accordi per 100 milioni di dollari a imprenditori affamati, cosa che è continuata mentre lo spettacolo inizia la sua quattordicesima stagione. Sebbene non tutti riescano a stupire il gruppo di squali affamati di investimenti, hanno continuato ad avere successo senza il loro investimento finanziario. Ecco uno sguardo ad alcuni di quegli imprenditori e inventori le cui idee gli squali hanno respinto, poi hanno comunque avuto successo.

Esplora: le tue più grandi domande sull’etichetta del denaro hanno risposto
Small Business Spotlight 2022: GOBankingRates celebra le piccole imprese negli Stati Uniti

Suona il campanello video

Suona il campanello video

squillo

Uno dei più famigerati (e di successo) rifiuti di Shark Tank è iniziato come videocitofono Doorbot. Dopo una famosa reazione tiepida da parte degli squali, Amazon ha successivamente acquistato la società per un affare del valore di quasi $ 1 miliardo. All’inizio del 2018, l’azienda ha introdotto il campanello per la casa intelligente soprannominato Ring. Mentre il creatore Jamie Siminoff potrebbe aver lasciato la quinta stagione di “Shark Tank” a mani vuote, nonostante abbia investito $ 10.000 nella sua presentazione, la sua invenzione attualmente porta circa $ 577 milioni all’anno.

Fai il nostro sondaggio: hai mai perso ricchezza a causa di un disastro naturale?

coppa di vino

coppa di vino

coppa di vino

Il vignaiolo James Martin ha lasciato il segno in “Shark Tank” all’inizio quando ha presentato il vino monodose in un contenitore di plastica durante la seconda stagione dello spettacolo. Nessuno è andato per il suo investimento di $ 600.000 in cambio del 30 percento di proprietà. Sembra che gli squali volessero il contenitore di Martin, ma non il suo vino.

Nonostante un raro secondo round nel serbatoio nella terza stagione, a causa del suo impressionante successo, Martin non ha mai funzionato con gli investitori dello show. L’enologo sapeva di avere un prodotto di successo, quindi si è presentato come arrogante. Senza gli squali nel suo angolo, la Copa di Vino ha continuato a fare $ 14 milioni di vendite totali.

Sheila Fitzgerald / Shutterstock.com

Sheila Fitzgerald / Shutterstock.com

Torte Kodiak

Lanciato nel gennaio 2014, Kodiak Cakes si è ritrovato nel serbatoio nell’aprile dello stesso anno. Quando il co-fondatore Joel Clark ha offerto il 10% di proprietà per un investimento di $ 500.000, ha previsto che il mix di pancake integrali ricco di proteine ​​della sua famiglia avrebbe fruttato $ 20 milioni fino al 2018.

A quel tempo, Clark se ne andò senza un accordo. Con un salto in avanti fino ad oggi, l’azienda sta guadagnando circa 160 milioni di dollari all’anno e da allora ha notevolmente ampliato la sua linea di prodotti.

Martello e amp;  Unghie - Mani e amp;  Negozio di toelettatura piedi / Yelper

Hammer & Nails – Negozio di toelettatura mani e piedi / Yelper

Martello e chiodi

Nonostante sia stato invitato in vasca appena cinque settimane dopo l’apertura del suo primo negozio, l’idea di Michael Elliot di mettere “l’uomo” in “manicure” non ha avuto successo con gli squali. La sua promettente offerta di una partecipazione del 20% in un franchising di un salone Hammer and Nails per un investimento di $ 200.000 è stata rifiutata. Era il 2014 quando Elliot stimò il valore della sua azienda a 1 milione di dollari.

Sebbene gli squali non abbiano morso, gli investitori angelici che avevano visto l’episodio si sono fatti avanti. Da $ 200.000 di capitale iniziale, la catena Hammer and Nails attualmente vivace è stata valutata a $ 100 milioni entro la metà del 2017. Entro il 2021, hanno registrato un aumento del 270% delle entrate rispetto agli anni precedenti.

letto Jet

letto Jet

letto Jet

Nel 2015, tutti e cinque gli squali hanno sparato a Mark Aramli e al suo BedJet proprio fuori dal mondo dei sogni. Due anni dopo, Aramli disse a HubSpot che non gli piaceva il suo sistema di ventola a raffreddamento rapido per le lenzuola sotto il letto. “Mi odiavano e odiavano il mio prodotto. Mi hanno detto che nessuno avrebbe mai voluto il BedJet”.

Le parole degli squali non sono vangelo, però. Con i propri risparmi di una vita, carte di credito e una casa ipotecata, Aramli ha investito in se stesso. Quando il 2016 si è concluso, le vendite sono aumentate del 300% rispetto all’anno precedente, registrando il doppio rispetto al 2017. L’azienda ha ora 5 milioni di dollari di vendite annuali, con oltre 30 milioni di dollari di vendite totali fino ad oggi.

Scarpe Xero

Scarpe Xero

Scarpe Xero

Anche se un’apparizione del 2013 in “Shark Tank” ha lasciato la proprietaria Lena Phoenix senza nuovi investimenti, ha dato credito all’idea che non esiste una cattiva stampa. Quando l’episodio è finito, Phoenix e il marito/co-fondatore Steven Sashen sono stati inondati di ordini, hanno raccolto oltre $ 1 milione attraverso il crowdfunding e sono diventati partner ufficiali di USA Artistic Swimming nel luglio 2020.

The Lip Bar / Facebook

The Lip Bar / Facebook

La barra delle labbra

Le cose sembravano cupe quando uno degli squali ha definito i rossetti vegani, senza parabeni e senza glutine di fronte a loro “scarafaggi colorati”. Da allora, i fondatori Melissa Butler e Roscoe Spears hanno avuto successo nonostante il rifiuto, che è stato cementato quando l’attore Taraji P. Henson ha indossato il loro prodotto agli Oscar nel 2018. Oggi, il loro prodotto è disponibile nei negozi Target a livello nazionale e The Lip Bar guadagna $ 1,6 milioni di entrate all’anno.

Chris Hollo / Hot Chicken and Fish di Big Shake

Chris Hollo / Hot Chicken and Fish di Big Shake

Pollo e pesce caldi di Big Shake

Shawn “Chef Big Shake” Davis ha avuto un problema durante la sua apparizione nella seconda stagione in “Shark Tank”, quasi tutti gli investitori hanno adorato il tortino di hamburger a base di gamberetti che ha sviluppato con sua figlia, ma nessuno di loro voleva investire in esso.

Ancora una volta, sono stati gli spettatori a venire in soccorso. Come Davis ha detto a Delish nel 2017, il suo tempo nello show ha iniziato a far squillare il suo telefono “sganciato” fino a quando un vero investitore non ha chiamato. Entro un anno dopo il rifiuto televisivo di Davis, la sua azienda da $ 30.000 valeva $ 5 milioni, con prodotti disponibili nei negozi negli Stati Uniti, Davis ora gestisce una catena di ristoranti di pollo.

La Bouqs Co.

La Bouqs Co.

La Bouqs Co.

John Tabis di Bouqs vuole eliminare gli intermediari e vendere fiori direttamente ai consumatori. Gli squali non hanno morso nel 2014, ma da lì tutto è sbocciato. L’allora squalo Robert Herjavec aveva bisogno di fiori per il suo matrimonio, quindi andò a Tabis e investì in un round che generò $ 24 milioni di capitale. Dal 2017, Tabis ha registrato diversi giorni con oltre $ 1 milione di vendite e da allora l’azienda ha raccolto oltre $ 88 milioni.

Rocketbook

Rocketbook

Rocketbook

Il lancio di “Shark Tank” di Rocketbook non era altro che selvaggio. I fondatori dell’azienda Jake Epstein e Joe LeMay hanno portato in tavola un notebook compatibile con smartphone, che offriva funzionalità di condivisione istantanea del cloud e poteva avere le sue pagine pulite per il riutilizzo mettendolo nel microonde.

L’idea potrebbe essere stata troppo diffusa per gli squali in quel momento, ma ai consumatori sembra che piaccia benissimo. Il primo Rocketbook è diventato un bestseller di Amazon dopo $ 1,2 milioni di finanziamenti Indiegogo. Entro il 2020, avevano 32 milioni di dollari di vendite nette, in aumento del 35% rispetto al 2019.

MealEnders

MealEnders

MealEnders

Nel 2017, Mark Bernstein ha chiesto agli squali $ 300.000 in cambio dell’8% della sua azienda, MealEnders, un’azienda che ha realizzato una losanga affermando di frenare l’appetito e scongiurare naturalmente le voglie del deserto. Sebbene Bernstein avesse già venduto un prodotto per un valore di $ 1,4 milioni nel suo negozio Amazon in soli 18 mesi, gli investitori di “Shark Tank” non erano nel gusto e si sono dimostrati diffidenti nei confronti di qualsiasi cosa potesse essere soprannominata una moda “prodotto dietetico”. Dopo la messa in onda dell’episodio di Bernstein, le vendite della società sono arrivate a $ 5 milioni.

Oltre il Moo

Oltre il Moo

Oltre il Moo

Nella terza stagione di “Shark Tank”, gli squali non hanno scelto il campo di Alex Houseman nella versione australiana della serie. Anche se gli investitori australiani del tank hanno augurato a Houseman “fortuna e faccia tosta”, dopotutto potrebbe non averne bisogno. Oggi, il patrimonio netto dell’azienda ha superato il milione di dollari.

Altro da GO BankingRates

Dan Ketchum ha contribuito alla segnalazione di questo articolo.

Questo articolo è apparso originariamente su GOBankingRates.com: “Shark Tank” rifiuta che è diventato un super successo

Leave a Comment