Recensione Little Chicken: svelare i misteri del grande pollo fritto

I tre ragazzi dietro Little Chicken, quel parco giochi per uccelli al piano terra del Midtown Center, hanno fatto un tour di più giorni nel sud lo scorso anno per condurre una missione conoscitiva. Volevano vedere se potevano svelare i misteri del grande pollo fritto del sud. I condimenti. La tecnica della frittura. La draga. Qualunque cosa potessero imparare.

Ma prima dovevano trovare dei campioni di qualità. Quindi Casey Patten, Gerald Addison e Chris Morgan al pollo. Hanno anche un sacco di pollo. Secondo la loro stessa stima, hanno visitato 60 stabilimenti a Charleston, SC, Charlotte, Atlanta, Nashville e molti luoghi nel mezzo. E quel numero “potrebbe essere basso”, dice Patten, il nativo di Filadelfia che ha co-fondato Taylor Gourmet e in seguito ha aperto Grazie Grazie dopo che il suo impero dei sandwich originale è andato a gambe all’aria.

Di tutti gli uccelli che hanno assaggiato, uno in particolare si è distinto: gli esemplari fritti al Price’s Chicken Coop a Charlotte. All’epoca, il trio non si rendeva conto di quanto fossero stati fortunati a provare il piatto d’autore al Price’s, che avrebbe chiuso pochi mesi dopo la loro visita, un’altra vittima della pandemia. Si sono resi conto, tuttavia, di quanto fosse speciale il pollo.

“Quello è stato quello in cui ha colpito tutti i cilindri. È stato un po’ come il momento aha”, dice Morgan, che, insieme ad Addison, è anche co-proprietario di Bammy’s a Navy Yard. “Non credo di poter davvero identificare in quel momento… cosa hanno fatto per raggiungere” questa perfezione.

Ma i ragazzi ci hanno provato. Addison dice che si sono seduti per la strada fuori da Price’s per un’ora, unendo le loro conoscenze collettive per sezionare il pollo. “Stavamo solo cercando di distinguere, tipo, ‘Cos’è quel sapore? Com’è, tipo, darglielo grinta?’ ” dice Addison. Non l’hanno mai capito bene.

Posso identificarmi con la loro situazione. La prima volta che ho provato una scatola a tre pezzi di Little Chicken, il mio cervello ha passato una serie di pensieri alla velocità di un processore di un computer: Questo è un ottimo pollo con l’osso. C’è qualcosa nel condimento. Non riesco a identificarlo, ma è più dei soliti sospetti: sale, pepe nero, paprika, erbe essiccate e aglio in polvere. Che cos’è?!

Come i ragazzi fuori da Price’s, mi sono seduto e ho riflettuto su quell’uccello, sperando che il prossimo morso avrebbe innescato alcune sinapsi per rilasciare la risposta come una pallina di gomma da un quarto di macchina. Niente. Ho menzionato il mio sfortunato interrogatorio del loro pollo ai ragazzi durante la teleconferenza. Ci fu una pausa scomoda.

“Beh, lo adoriamo”, dice Addison.

Addison non intendeva così duramente, come se i ragazzi si stessero rivelando in un piccolo schadenfreude. Stava solo riconoscendo, credo, una verità sul buon cibo di qualsiasi tipo: a volte il mistero intensifica solo i suoi piaceri. Poi di nuovo, forse i ragazzi si stavano semplicemente crogiolando nel loro gioco di prestigio, questa iniezione di sapore che è sia una firma che una cifra, non identificabile con i metodi tradizionali. Ad ogni modo, nessuno dei tre stava per svelare i propri segreti, in particolare su queste “un paio di cose casuali che abbiamo scoperto essere estremamente importanti [to the chicken] e forse non così ovvio”, spiega l’Addison.

Little Chicken è curioso anche in altri modi. È un ristorante in centro – con un menu di Addison e Morgan, una coppia di chef molto apprezzati – che non si prende molto sul serio. All’interno del luogo, l’artista Nicolette Capuano ha progettato pareti audaci e ricoperte di graffiti che presentano un pollo molto grassoccio e molto arrabbiato che sembra indulgere in un atto di cannibalismo. Alcune cabine fungono anche da gabbie per uccelli e il bar del patio offre cocktail non solo al bicchiere, ma anche vicino alla brocca. Ho già detto che fuori c’è anche uno shuffleboard della vecchia scuola?

L’atteggiamento a ruota libera si estende anche al menu. I partner hanno creato una linea di panini specializzati in – se dovessi restringere il campo a una sola parola – in eccesso. I loro palmari sono così carichi di condimenti, condimenti e salse che i panini tendono a scaricare il loro carico come un rimorchio ribaltato. L’hamburger da cinque tovaglioli non ha niente su questi bambini.

Questo eccesso, ovviamente, è alla ricerca del sapore – morsi grandi, sciatti e speziati come il Pinky’s Out con il suo flusso di lava di salsa all’aglio croccante – ma a volte va a scapito del guscio esterno croccante del pollo. È un compromesso che sono disposto ad accettare con creazioni come il Cluck Norris, un panino che viene spalmato di gelatina di pepe, la cui dolcezza dichiara l’indipendenza dall’autocrazia dei peperoncini che sembrano dominare la cucina.

I miei snack e contorni preferiti sono quelli che tendono a tagliare l’olio della friggitrice, come le uova alla diavola di trota affumicata drappeggiate con fili di cipolle sottaceto (anche se vorrei che il ripieno non fosse raffreddato a una massa simile a un impasto) o l’insalata di cetrioli, che commercia su croccantezza, acido e una dolcezza leggera e rinfrescante. L’insalata di broccoli sembra non avere posto nel menu, ma le cimette piccole, condite con pinoli e mirtilli rossi secchi e un condimento di panna acida, maionese e aceto, puliscono il palato meglio di qualsiasi sorbetto al limone. E quel pane di mais salato? Potrei mangiarne una teglia, soprattutto spalmata con il burro di mirtilli montato.

Mentre i proprietari stavano sviluppando ricette per Little Chicken, hanno scoperto un fatto poco noto a chi non si occupava di uccelli: che gestire un negozio di pollame richiede molto lavoro se si vuole mantenere un qualche tipo di coerenza, e anche allora alcuni fattori sono al di là il tuo controllo. Ad esempio la dimensione dei tuoi polli o se il tuo fornitore ha abbastanza cotolette per farti passare la giornata.

Lo dico perché il tuo pollo, come il mio, potrebbe variare da un panino all’altro. Un giorno, potresti trovare una fetta di petto di carne fritta spessa come un romanzo russo (versione pre-Kindle, cioè). Il giorno successivo, potresti scoprire un paio di offerte che sostituiscono la tua cotoletta. E il giorno dopo, potresti scoprire che il rivestimento del tuo uccello con l’osso è due volte più spesso del tuo ordine precedente.

L’immagine che mi viene in mente non sono i polli, ma gli anatroccoli che imparano a navigare in acque sconosciute. In apparenza, sembrano calmi e in qualche modo responsabili. Sotto la linea di galleggiamento, stanno pagaiando come un matto per mantenere lo slancio in avanti. Little Chicken è un po’ così: sotto il suo comportamento giocoso, senti una troupe che si sforza di tenerlo insieme, nonostante le sfide. Rispetto quello.

1100 XV S. NW, al piano terra del Midtown Center, 202-989-0292; justlittlechicken.com.

ore: dalle 11:00 alle 23:00 dal lunedì al giovedì; 11:00-01:00 dal venerdì alla domenica.

Metropolitana più vicina: McPherson Square o Farragut North, a pochi passi dal ristorante.

Prezzi: $ 4 a $ 42 per tutti i prodotti alimentari nel menu.

Leave a Comment