Recensione: L’italiano di Rosie continua il premuroso impero del ristorante del Crown Restaurant Group | Recensioni di ristoranti | Cincinnati

clicca per ingrandire Rosie's Italian offre un assortimento di piatti ispirati alla nonna dello chef Anthony Sitek.  - Foto: Hailey Bollinger

Foto: Hailey Bollinger

Rosie’s Italian offre un assortimento di piatti ispirati alla nonna dello chef Anthony Sitek.

Rosie’s Italian, insieme al suo ristorante gemello, Crown Republic, si trova in un angolo relativamente fuori mano del centro di Cincinnati. Si trova sul lato nord-est del quartiere centrale degli affari, noto soprattutto per la densità di appartamenti a molti piani. Molti si trovano in edifici recentemente ristrutturati e sono quasi completamente occupati. Lo so per aver partecipato a un Downtown Living Tour circa un anno fa, durante il quale abbiamo avuto uno sguardo da addetti ai lavori su queste abitazioni molto richieste.

Gli appartamenti, e ce ne sono centinaia, tendono ad essere piccoli: unità con una o due camere da letto popolate principalmente da single più giovani e coppie senza figli. Costituiscono un mercato eccellente per ristoranti come Rosie’s, che offre piatti italiani semplici e semplici e pizze a prezzi di fascia media. I tavoli sono molto fitti, il le superfici sono dure, e anche quando non è completamente occupata, la stanza risuona di un vivace brusio di risate, conversazioni e persone che si divertono.

Il Crown Restaurant Group possiede Rosie’s e la loro prima avventura in questo quartiere è stata nello stesso isolato. Il Crown Republic Gastropub è stato aperto nel giugno 2018 con Anthony Sitek come chef insieme a sua moglie, Haley Nutter-Sitek, comproprietari di quello che è diventato un impero in crescita di ristoranti “scratch-kitchen”. Pochi mesi dopo, la coppia ha rinnovato l’ex ristorante Anchor vicino a Washington Park e ha aperto la steakhouse Losanti.

Nel 2021 hanno aggiunto Rosie’s Cocktails & Pies, specializzato in pizze, e questo autunno hanno ribattezzato il ristorante Rosie’s Italian. Stanno ancora facendo un paio di pizze, ma ora puoi anche provare una delle numerose cartelle e alcuni piatti classici italiani sulla falsariga di parmigiana di melanzane, piccata di pollo e scampi di gamberi. Molte di queste aggiunte derivano dalle ricette della nonna di Sitek, dice.

Il passaggio ha richiesto alcune settimane e ha coinvolto più di nuove voci di menu.

“Abbiamo cambiato completamente i cosmetici”, afferma Sitek, aggiungendo che hanno trasformato la sala da pranzo in “più un’atmosfera degli anni ’50 di Brooklyn o del North Jersey”.

Mentre Nutter-Sitek è di Cincinnati, Sitek è cresciuto nel New Jersey e voleva trasformare Rosie’s in un tradizionale ristorante italiano con salsa rossa, un piano che è diventato realtà in parte quando gli ingredienti della pizza sono diventati più costosi durante l’ultimo anno circa.

“Puoi pagare solo così tanto per una pizza”, dice, notando il forte aumento anche di qualcosa di semplice come la farina.

Sebbene Sitek ora supervisioni quattro cucine, fa affidamento su uno staff dirigenziale di base che è stato con lui per oltre quattro anni. Ogni ristorante ha anche uno chef de cuisine per gestire le operazioni quotidiane, incluso Ivan Rufino da Rosie’s, che ha lavorato con Sitek anche prima di trasferirsi a Cincinnati per iniziare questa fase della sua carriera.

Non sono mai arrivato a Rosie’s nella sua forma precedente, ma di recente ci sono andato con altri tre per provarlo. Nonostante fosse infrasettimanale, il locale è rimasto pieno fino alle 20:30 circa, quando sono stati aperti alcuni tavoli.

Immediatamente, sono stato incuriosito dalle offerte di bibite. Oltre a una lista di vini prevalentemente italiani al bicchiere o in bottiglia, un’altra pagina di menu comprende quattro sezioni: cocktail, birra, aperitivi e spritz. Tutti questi enfatizzano ingredienti e tecniche italiane, offrendo anche un paio di birre italiane. Gli spritz sono particolarmente divertenti e fantasiosi non solo con il popolare spritz Aperol, ma anche con Miller High Life come ingrediente e uno dei miei drink leggeri preferiti, l’Americano (Campari, vermouth dolce e club soda). E voglio davvero tornare indietro e provare alcuni dei sette cocktail della casa.

Il ristorante ne serve sette antipasticinque cugino (cartella) piatti – tre con salsa di pomodoro arrosto – e cinque antipasti o secondi. Non abbiamo approfondito gli antipasti molto a fondo, optando per l’insalata sul menu invece di uno qualsiasi degli altri antipasti più sostanziosi. L’insalata non era proprio leggera, con salame, parmigiano, peperoni piccanti e un condimento un po’ troppo acido per i miei gusti. Era decisamente abbastanza grande da dividere, e due insalate erano qualcuno per quattro di noi.

Due delle scelte di pasta hanno gareggiato per la mia attenzione, ma è stata una decisione facile scegliere una delle migliori combinazioni di sapori della cucina italiana: salsiccia italiana, verdure amare e scaglie di peperoncino rosso in cima alla pasta. Da Rosie sono le orecchiette pugliesi (dalla Puglia) e deliziose. Questa versione utilizza broccolini tritati al posto dei più tradizionali rapini amari, e il risultato ha ancora la miscela soddisfacente di salsiccia ricca, un po’ di spezie dal peperoncino e un pizzico di amarezza dalle verdure. Ho pensato che fosse la cosa migliore che abbiamo ordinato.

Un’altra preparazione di pasta da non perdere sono i bucatini alla carbonara. La gustosa pasta viene bagnata in una ricca salsa a base di uova con piselli inglesi brillanti e lardelli salati. Abbiamo anche provato il parmigiano di pollo, che non veniva con la pasta ed era un po’ deludente. Il pollo è uscito sul lato asciutto, un po’ troppo cotto. Penso che gli scampi di gamberi avrebbero potuto essere una scelta migliore; Sitek mi ha detto in seguito che il piatto di gamberetti è stato ispirato da una delle ricette di sua nonna.

Rosie’s ha solo due dessert nel menu attuale e abbiamo provato entrambi. Anche se di solito non sono un fan del pane fritto e zuccherato – noto anche come ciambelle – i bomboloni di patate dolci mi hanno conquistato. Una manciata di pasticcini caldi e a due morsi è arrivata con un paio di salse – salate caramello e un ricco cioccolato fondente – e ha concluso perfettamente il nostro pasto.

C’è altro all’orizzonte vicino da questo gruppo di ristoranti: nei prossimi mesi apriranno Five on Vine nell’ampio spazio d’angolo che era Mercer OTR. Mi è dispiaciuto vedere Mercer chiudere, quindi è una buona notizia che il posto di rilievo nel cuore della scena dei bar e dei ristoranti di Over-the-Rhine servirà ancora una volta le masse affamate.

Nel frattempo, però, se ti dirigi verso l’angolo nord-est del centro, potresti goderti un pasto a base di pasta, scampi o pizza, magari con un bicchiere o due di vino italiano, da Rosie’s.

Rosie’s Italian, 300 E. 7th St., Downtown. Informazioni: rosiesitaliankitchen.com.

Pama Mitchell è la critica gastronomica di CityBeat.

Rimani connesso con CityBeat. Iscriviti alla nostra newsletter e seguici su Facebook, Instagram, twitterGoogle News, Apple News e Reddit.

Invia a CityBeat una notizia o un tipo di storia o invia un evento del calendario.

.

Leave a Comment