Primi cibi, ricette e altro

Ci sono così tanti traguardi che il tuo bambino può raggiungere durante il suo primo anno, e uno dei più divertenti è quando inizia a mangiare cibo vero. Anche se potrebbe renderti un po’ triste pensare che il tuo bambino non dipenda più esclusivamente da te per il latte artificiale o per il latte materno, quella malinconia può rapidamente lavarsi via mentre guardi il tuo piccolo tentare felice di rosicchiare una frittella. Quindi, se stai discutendo se saltare le puree e procedere invece con cibi morbidi, dovrai sapere tutto sullo svezzamento guidato dal bambino e sull’aspetto e sul sapore di quei primi alimenti.

Cos’è lo svezzamento guidato dal bambino?

Proprio come suggerisce il termine, lo svezzamento guidato dal bambino si verifica quando il bambino inizia a dipendere meno dal seno, dal biberon (o da entrambi) ed è pronto per iniziare i solidi. Ma i solidi non sono solo versioni frullate e annacquate di un singolo frutto o verdura, ma piuttosto i cibi che la tua famiglia sta mangiando. “Lo svezzamento guidato dal bambino è saltare le puree e iniziare immediatamente con i finger food”, dice a Romper Krystyn Parks, MS, RD, IBCLC, un dietista pediatrico registrato. “Stai seguendo l’esempio di Baby quando svezzi il latte materno/la formula e ti sposti sui cibi solidi, dando così al tuo bambino la responsabilità di quali cibi mangia fin dall’inizio, dal momento che si sta nutrendo da solo”.

Ecco quando iniziare lo svezzamento guidato dal bambino

Non c’è niente come guardare il tuo dolce pisello coperto, beh, piselli per quella perfetta foto di Insta. Tuttavia, solo perché il tuo bambino sembra desideroso di tuffarsi in quegli gnocchi non significa che sia ancora pronto per i solidi. “Lo svezzamento guidato dal bambino o l’alimentazione guidata dal bambino hanno un aspetto diverso e i tempi di inizio variano per ogni bambino, poiché la crescita dello sviluppo è un fattore”, spiega a Romper Sue-Ellen Anderson-Haynes, RDN, dietista nutrizionista registrata e autorizzata. “Se il tuo bambino ha capacità motorie specifiche, ad esempio, può stare seduto senza assistenza, è in grado di portare oggetti alla bocca come anelli da dentizione, non ha una fastidiosa spinta della lingua, è molto probabile che il tuo bambino sia pronto per lo svezzamento guidato dal bambino .” In genere, lo svezzamento guidato dal bambino avviene intorno ai 6 mesi, dice Anderson-Haynes, quando tuo figlio potrebbe iniziare a cercare qualcosa di più sostanzioso del latte materno o del latte artificiale per sentirsi pieno. L’unica differenza è che quando la tua famiglia si siede a tavola, anche Baby lo fa.

Cosa tenere a mente quando si inizia lo svezzamento guidato dal bambino

Quando tuo figlio è seduto sul seggiolone, potrebbe essere entusiasta di iniziare subito a mangiare un pasto di cinque portate. Anche se stanno guardando con impazienza la tua parm di melanzane, dovrai gestire le aspettative alimentari del tuo bambino. Dopotutto, qualsiasi cibo che dai al tuo bambino dovrebbe essere sicuro da mangiare per il tuo piccolo. “Il soffocamento è una preoccupazione quando i bambini iniziano a produrre solidi”, spiega Anderson-Haynes. “Riduci il rischio di soffocamento tenendo il tuo bambino vicino dove puoi vederlo mangiare, mettendolo su un seggiolone mentre mangia ed evita cibi che potrebbero causare soffocamento come cibi tagliati a forma di moneta, popcorn, uva, crudi verdure, ecc.

Fondamentalmente, vuoi iniziare con cibi morbidi, abbastanza grandi da permettere al bambino di trattenersi. “Tutti gli alimenti dovrebbero essere morbidi o smooshable”, consiglia Parks. “Per i bambini appena agli inizi, i pezzi grandi funzionano molto bene perché non hanno la presa a tenaglia, quindi tengono il cibo nel pugno e poi mangiano quello che fuoriesce da esso”. Avrai bisogno di cucinare determinati alimenti (come patate o broccoli) o tritarli in modo che siano appropriati e sicuri per il consumo del tuo bambino.

Fai attenzione a zucchero, sale e spezie

Zucchero e sale dovrebbero essere limitati ed evitare pasti con miele per i bambini di età inferiore a 1 anno, poiché possono potenzialmente causare botulismo infantile. Per quanto riguarda le spezie e i sapori più forti, Parks dice che i bambini possono gestirlo, quindi non c’è motivo di servire loro cibo insipido. Assicurati solo di iniziare lentamente con cibi piccanti o caldi e regolalo in base a ciò che preferisce il tuo bambino.

Tieni d’occhio le reazioni allergiche

Se sei preoccupato per le allergie alimentari, puoi provare a introdurre un alimento alla volta e a tre giorni di distanza l’uno dall’altro per vedere come il tuo bambino lo tollera. “Alcuni di questi alimenti includono i primi nove allergeni (uova, latte, soia, grano, crostacei, pesce, sesamo, noci, arachidi)”, afferma Parks. “Non consiglio di introdurli come primo alimento (nel caso ci sia una reazione, non vogliamo che Baby associ la reazione a TUTTI i solidi), ma la raccomandazione è di introdurli presto e spesso.” E se le allergie alimentari sono in famiglia, consulta il pediatra o l’allergologo di tuo figlio per vedere se o quando sarebbe sicuro per tuo figlio provare questi alimenti.

Primi cibi per lo svezzamento guidato dal bambino per cominciare:

  • fagioli verdi
  • Patate dolci (arrosto)
  • Mele (tagliate a forma di paglia)
  • Fragole
  • broccoli
  • Carote Cotte
  • Pollo (bollito/tagliato a listarelle)
  • Mango a fette spesse
  • Avocado (puoi stropicciare il taglio o ricoprire con semi di chia/lino macinato/cuori di canapa/arachidi per renderlo più aderente)
  • Banana
  • Carni (tagliate a strisce lunghe che il bambino succhierà per ottenere i succhi)
  • verdure al vapore
  • Passate servite su un cucchiaio precaricato o in una ciotola con il bambino che tiene il cucchiaio o mangia con le mani
  • strisce di frittata
  • Strisce di pane tostato con diverse creme spalmabili come hummus, yogurt o un sottile strato di burro di noci (“Questi sono tutti potenziali allergeni, quindi sono un ottimo modo per esporre una volta che sai che il bambino non è allergico al grano”, dice Parks.)

Ricorda, continuerai a dare al tuo bambino un biberon o lo allatterai durante lo svezzamento. In tal caso, dovrai assicurarti che i cibi che offri loro abbiano le vitamine e i nutrienti di cui hanno bisogno, consiglia Anderson-Haynes. “Puoi ancora dare al tuo bambino un biberon o allattare al seno mentre inizi lo svezzamento guidato dal bambino”, dice. “Per esigenze personalizzate, contatta il tuo pediatra o il tuo team sanitario per valutare e valutare come sta crescendo tuo figlio e per fornire le migliori strategie per un esito positivo”.

Ricette per lo svezzamento guidato dai bambini

La cosa bella dello svezzamento guidato dal bambino è che non deve essere tutto o niente. Puoi ancora dare al tuo bambino cibi frullati oltre a offrire loro anche dei finger food. Ecco alcuni suggerimenti di ricette di Stephanie Lauri, RD, dietista pre e postnatale, e Trista Best, RD, dietista registrata.

Pancakes. Frullare insieme avena, banana e uovo e formare delle frittelle. Tagliare a listarelle nel senso della lunghezza.

Avocado ricoperto. Affetta l’avocado e ricoprilo con semi di canapa o di chia, in modo che sia più facile da tenere in mano per il bambino.

Portauova al forno. Mescola sei uova con ½ tazza di verdure cotte (come broccoli, spinaci, funghi tritati, piselli, ecc.), ½ tazza di formaggio grattugiato e una spruzzata di latte. Cuocete in uno stampo da muffin per 20-25 minuti. Una volta cotte, tagliatele a listarelle per facilitare la manipolazione del bambino.

Verdure con salsa. Cuocere le verdure (come patate dolci o carote al vapore). Si serve con hummus a parte per intingere.

Cimette di broccoli arrostiti. Condisci 1 tazza di broccoli con 1 cucchiaino. olio d’oliva. Mettere su una teglia e arrostire in forno preriscaldato a 400 F per 15-20 minuti o fino a quando sono teneri e servire.

Toast all’avocado: Tostare un pezzo di pane integrale. Schiacciare ¼ di avocado e spalmare sul pane tostato. Tagliare il toast in quattro fette lunghe e servire.

Lo svezzamento guidato dal bambino può incoraggiare il tuo bambino a provare nuovi cibi pieni di sapore. Certo, potrebbe essere un processo disordinato, ma vedere lo sguardo sul viso di tuo figlio mentre esplora nuove consistenze e gusti (e scopre la propria indipendenza) è davvero soddisfacente.

Studio di riferimento:

Wikstrom, S., Holst, E. (2017) Botulismo infantile: perché il miele dovrebbe essere evitato per i bambini fino a un anno. Lakartidningen, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28742188/

Esperti:

Krystyn Parks, MS, RD, IBCLC, dietista pediatrico

Sue-Ellen Anderson-Haynes, MS, RDN, CDCES, LDN, CPT, nutrizionista dietista registrata e autorizzata

Stephanie Lauri, RD, CLEC, dietista pre e postnatale e membro del gruppo Perelel

Trista Best, MPH, RD, LD, dietista registrata

Leave a Comment