Pollo Moo Shu – Piatto Gipsy

Moo Shu pollo…Tutto pronto per essere confezionato o servito su un letto di riso. Questa è una colorata frittura cinese ricca di audaci sapori dolci, salati e umami. Prepara questo classico ristorante asiatico direttamente nella tua cucina in circa 20 minuti.

Cosa c’è in questo soffritto? Tenere strisce sottili di pollo, verdure colorate sminuzzate come cavoli e carote, alcuni funghi shiitake e deliziose strisce di frittata, il tutto inzuppato di salsa saltata in padella carica di hoisin.

Se stasera hai in mente il fritto in padella, svegliati questo pollo Moo Shu, tornerai a questo ancora e ancora...

Il pollo Moo Shu è una frittura facile e veloce, ricca di sapore, sottolineata dalla salsa di hoisin.  Servire con riso o tortillas!

Le patatine fritte sono pasti facili, ma sono colorate e nutrienti, ricche di verdure e proteine. Abbiamo degli ottimi piatti saltati in padella su GypsyPlate. Il nostro manzo mongolo, i gamberetti dell’Hunan, il Bo Luc Lac e il pollo all’anacardio tailandese sono solo alcuni di questi, che sono marmellate ricche di sapori.

La maggior parte di loro è pronta in pochi minuti, se tutto il trito è preparato prima di riscaldare il wok.

Eravamo molto curiosi di Moo Shu, perché sembra molto popolare in alcuni dei ristoranti americani-cinesi nelle grandi città qui negli Stati Uniti. Dopo aver realizzato la nostra versione di questo pollo Moo Shu, possiamo capire perché è diventato così popolare.

  • È un pasto perfetto quando le voglie asiatiche colpiscono duramente e devi preparare qualcosa di veloce, come 20 minuti QUICK.
  • Questa frittura in padella è ricca di verdure, quindi perfetta per dare energia ai tuoi bambini.
  • È ricco di proteine ​​con pollo e uova.
  • Moo shu è personalizzabile, come possiamo vedere altre verdure che vanno alla grande in questo soffritto. È anche molto comune scambiare il pollo con il maiale. In effetti, esiste anche un piatto chiamato Moo Shu Pork.
Il pollo Moo Shu è una frittura facile e veloce, ricca di sapore, sottolineata dalla salsa di hoisin.  Servire con riso o tortillas!

Moo Shu è una frittura cinese, per lo più comune nella regione settentrionale della Cina, a base di pollo o maiale, verdure e uova in una salsa dolce e salata. Alcune versioni hanno cetrioli, funghi orecchioni di legno o germogli di bambù.

Il sapore predominante nella salsa saltata in padella è la bomba umami della salsa Hoisin, insieme ad alcuni altri punti base della salsa cinese.

Nella maggior parte dei ristoranti cinesi americani, viene spesso servito avvolto in morbide frittelle al mandarino sottili come carta, simili ai burritos. Viene anche comunemente servito su un letto di riso bianco al vapore, come con altri pasti saltati in padella.

  1. Puoi usare il mix di insalata di cavolo al posto del cavolo grattugiato che abbiamo usato nella ricetta. Ciò consentirà di risparmiare un po’ di tempo per tagliare. Scegli un mix di slaw multicolore per più colori nel tuo soffritto.
  2. Se non metti le mani sui funghi shiitake, usa i funghi champignon, portobello o cremini.
  3. Se stai pensando di seguire la strada dell’involucro per questo soffritto, puoi acquistare frittelle sottilissime nei negozi di alimentari asiatici. Molte persone usano le normali tortillas di farina, che funzionano anche alla grande.
Il pollo Moo Shu è una frittura facile e veloce, ricca di sapore, sottolineata dalla salsa di hoisin.  Servire con riso o tortillas!
  • Per la marinata – Salsa di hoisin, salsa di ostriche, miele, aceto di riso, salsa di soia, olio di sesamo, spicchi d’aglio (tritati finemente), zenzero (tritato finemente), pepe nero.
  • Cosce di pollo disossate e senza pelle – Tagliare a listarelle sottili.
  • Verdure – Cavolo cappuccio (noi abbiamo usato metà verde, metà viola), carota, funghi shiitake, scalogno (solo la parte verde).
  • uova grandi
  • olio

1. Prepara la marinata: Unisci tutti gli ingredienti della marinata in una ciotola e sbatti bene. Utilizzare metà della marinata per marinare il pollo, il resto sarà usato come salsa di cottura. Marinare il pollo per qualche ora in frigorifero, o mentre prepari il resto degli ingredienti.

2. Prepara delle strisce di frittata: Sbattere le uova in una ciotola con un po’ di sale. Scaldare 1 cucchiaio di olio in una padella grande a fuoco medio-alto e fare una frittata grande e sottile. Quando è pronta, sfornatela e tagliatela a listarelle sottili.

frittata tagliata a listarelle

3. Soffriggere il pollo: Nella stessa padella scaldare 2 cucchiai di olio e far rosolare le striscioline di pollo a fuoco vivo. Stenderli in modo che non sovraffollino la padella e cuocere per 8-10 minuti fino a quando il pollo non sarà cotto. Rimuovere il pollo cotto nel piatto.

pollo cotto su un piatto

4. Soffriggere le verdure: Nella stessa padella, se necessario, utilizzare un po’ d’olio e far rosolare cavolo, carote e funghi shiitake per 2-3 minuti. Aggiungere al composto il resto della marinata messa da parte e amalgamare bene. Cuocere per un altro minuto o due, finché le verdure non diventano un po’ più morbide.

Mescolare le verdure fritte con l'aggiunta di pollo

5. Completare il soffritto: Unire il pollo cotto e le strisce di frittata e mescolare fino a quando non saranno ben amalgamate. Assaggiare e condire con sale e pepe extra (e/o hoisin o salsa di soia), se necessario. Cospargere le parti verdi degli scalogni e servire subito con tortillas di farina o riso. Puoi guarnirlo con un filo extra di salsa di hoisin calda, insieme ai semi di sesamo.

il prodotto finito in padella

Puoi servire questo soffritto in molti modi diversi. L’autentico pollo moo shu viene servito con riso bianco al vapore.

Il pollo Moo Shu è una frittura facile e veloce, ricca di sapore, sottolineata dalla salsa di hoisin.  Servire con riso o tortillas!

Nei ristoranti sino-americani negli Stati Uniti, invece, viene servito in sottilissime frittelle al mandarino. Invece di preparare da zero impacchi di mandarini fatti in casa, ecco alcune semplici opzioni:

1. Involucri Moo Shu: Questi pancake sono morbidi, gommosi e molto simili a quelli usati con l’anatra alla pechinese. Puoi trovarli nella sezione congelata dei mercati asiatici, etichettati come “involucro di moo shu” o “involucro di anatra”. Questi sono già cotti e devono solo essere riscaldati.

Per avvolgere, spalmare un sottile strato di salsa hoisin sul pancake. Riempilo con pollo moo shu e avvolgilo come un burrito o un taco.

Due. crepes: Puoi preparare tu stesso delle crepes sottili o acquistare crepes già pronte al supermercato.

3. Involtini di lattuga: Stai andando per la strada a basso contenuto di carboidrati? Prova il pollo moo shu in involtini di lattuga.

4. Tortillas di farina: Se non riesci a trovare frittelle o crepes al mandarino, le tortillas di farina funzionano abbastanza bene qui. Naturalmente, la consistenza sarebbe diversa dai pancake asiatici, ma sono un ottimo sostituto.

Il mio preferito è su un letto di riso, perché mi piace qualsiasi cosa e tutto ciò che è asiatico su un basmati appena fatto al vapore o riso al gelsomino.

In qualunque modo tu decida di provare questo umami saltato in padella, spruzza sempre un po’ di salsa hoisin extra riscaldata (che è la stella qui) dappertutto, con una generosa quantità di semi di sesamo. E sei pronto per un nuovo sapore di frittura in padella… Pollo Moo Shu!!

porzione di pollo moo shu sul piatto gitano

Prova questi altri gustosi piatti di ispirazione asiatica!
Frittura di calamari piccanti
Saltare in padella il tacchino macinato
Pollo Kung Pao
Tagliatelle Piccanti
Manzo al curry giapponese
pollo teriyaki
japchae

ingredienti

marinata

  • 1/2 tazza di salsa di hoisin

  • 2 cucchiai di salsa di ostriche

  • 1 cucchiaio di miele

  • 2 cucchiai di aceto di riso

  • 2 cucchiai di salsa di soia

  • 1 cucchiaio di olio di sesamo

  • 6 spicchi d’aglio, tritati finemente

  • 1 cucchiaio di zenzero, tritato finemente

  • pepe nero a piacere

Moo Shu

  • 1 libbra di cosce di pollo senza pelle disossate, tagliate a strisce sottili

  • 14 once di cavolo cappuccio (abbiamo usato metà del verde e del rosso), tagliato a strisce sottili

  • 1 carota piccola, tagliata a julienne

  • 8 once di funghi shiitake, a fette sottili

  • 4 scalogni, solo la parte verde, tagliati a listarelle

  • 2 uova grandi

  • 3-4 cucchiai di olio

servendo

  • Tortillas di farina, involtini di riso o lattuga

  • Semi di sesamo, per guarnire

Istruzioni

  1. Unisci tutti gli ingredienti della marinata in una ciotola e sbatti bene. Usa metà della marinata per marinare il pollo (il resto servirà come salsa di cottura. Marinare il pollo per qualche ora in frigorifero se il tempo lo consente, o mentre prepari il resto degli ingredienti.
  2. Sbattere le uova in una ciotola con un po’ di sale. Scaldare 1 cucchiaio di olio in una padella grande a fuoco medio-alto e fare una frittata grande e sottile. Quando è pronta, sfornatela e tagliatela a listarelle sottili.
  3. Nella stessa padella scaldare 2 cucchiai di olio e far rosolare le striscioline di pollo a fuoco vivo. Stenderli in modo che non sovraffollino la padella e cuocere per 8-10 minuti fino a quando il pollo non sarà cotto. Rimuovere il pollo cotto nel piatto.
  4. Nella stessa padella, se necessario, utilizzare un po’ d’olio e far rosolare cavolo, carote e funghi shiitake per 2-3 minuti. Aggiungere al composto il resto della marinata messa da parte e amalgamare bene. Cuocere per un altro minuto o due, finché le verdure non diventano un po’ più morbide.
  5. Unire il pollo cotto e i gambi di frittata e mescolare fino a quando non saranno ben amalgamati. Assaggiare e condire con sale e pepe extra (e/o hoisin o salsa di soia), se necessario. Cospargere le parti verdi degli scalogni e servire subito con tortillas di farina o riso. Puoi guarnirlo con un filo extra di salsa di hoisin calda, insieme ai semi di sesamo.

Hai fatto questa ricetta?

Si prega di lasciare un commento sul blog o condividere una foto su Pinterest

Non perdere mai la ricetta!

Unisciti alla mailing list di GypsyPlate e ricevi ricette facili per la cena direttamente nella tua casella di posta. Dal comfort food casalingo ai piatti esotici da tutto il mondo.

Leave a Comment