Pollo Fritto E Cialde: Una Ricetta Classica Americana

La cucina americana è nota per gli eccessi e per una buona ragione. Come cultura, non sono quelli che evitano i sapori audaci e l’idea che puoi avere troppe cose buone non si applica qui. Uno degli esempi più iconici di questo è la colazione / il brunch / ogni volta che ti senti come un piatto che è pollo fritto e cialde.

Come suggerisce il nome, è composto da due componenti: pollo in pastella fritto e cialde tradizionali all’americana. Insieme sembrano un accoppiamento improbabile, ma l’equilibrio tra dolce e salato, specialmente se condito con una gran quantità di sciroppo d’acero o una salsa di miele calda, in qualche modo funziona e basta.

Le origini di questo piatto sono ancora ampiamente contestate con la maggior parte delle persone che lo attribuiscono agli stati del sud a causa del pollo fritto che è stato associato alla cultura nera. Da qualche parte lungo la linea che la teoria doveva essere un termine improprio e l’affermazione sul piatto è stata rinominata in un ristorante di Harlem degli anni ’30 chiamato Wells Supper Club. Altri credono ancora che la pratica sia iniziata con i cuochi casalinghi olandesi della Pennsylvania del 1600.

Leggi anche: Il popolare pollo fritto americano è davvero scozzese?

Tuttavia, con le informazioni che abbiamo oggi, sembra sempre più probabile che il piatto fosse davvero un concetto immaginato dagli africani ridotti in schiavitù nel sud e sia una parte salda della loro eredità. Già durante la guerra civile, i “camerieri” afroamericani a Gordonsville, in Virginia, vendevano pollo fritto fatto in casa e biscotti dai binari dei treni per addestrare i passeggeri in modo che il pollo come proteina abbia profonde radici nella comunità nera.

C’era anche una pratica comune di fare e mangiare “wafer”, una croccante appiattita a base di pastella – proprio come una pastella per cialde – che veniva cotta su un focolare aperto. Col tempo e con il progredire degli elettrodomestici da cucina, la pastella è diventata più densa e la cialda si è evoluta in una cialda, ma tutte le ossa per questo piatto erano sicuramente lì.

Qualunque sia la storia in cui credi, questo è un pasto pieno di sapori sfiziosi e sfumature deliziose, quindi anche se non riesci a mangiarlo per prima cosa al mattino, vale la pena provarlo.

Ingredienti:

Salamoia di latticello

  • 480 ml di latticello
  • 1 cucchiaio di sale kosher
  • ½ cucchiaio di aglio in polvere
  • ½ cucchiaio di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaio di Sriracha
  • 1 cucchiaino di paprika affumicata

Farina Condita

  • 400 g di farina per tutti gli usi
  • 50 g di amido di mais
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 2 cucchiaini di aglio in polvere
  • 2 cucchiaini di cipolla in polvere
  • 2 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiai di pepe nero

cialde

  • 2 tazze di farina per tutti gli usi
  • ¾ tazza di zucchero
  • 3-½ cucchiaini di lievito in polvere
  • 2 uova grandi, separate
  • 1-½ tazza di latte intero
  • 1 tazza di burro, fuso
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Metodo:

Per il pollo:

  • Sbatti insieme il sale del latticello, l’aglio in polvere, la cipolla in polvere, la salsa piccante e la paprika affumicata in una ciotola capiente.
  • Aggiungi la coscia di pollo disossata e senza pelle nella ciotola, assicurandoti che ogni coscia sia ricoperta di salamoia.
  • Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciare marinare il pollo nella salamoia di latticello da 1 ora a tutta la notte in frigorifero.
  • Scaldare abbastanza olio per friggere fino a quando non luccica (160°C)
  • Mentre l’olio si scalda, in una ciotola sbatti insieme la farina, l’amido di mais, il lievito e i condimenti.
  • Prendete ogni coscia di pollo dalla salamoia e passatela nella farina condita. Ricoprite bene il pollo, poi fatelo riposare su un piatto per cinque minuti prima di friggerlo.
  • Friggere il pollo nell’olio bollente per circa 8-9 minuti fino a quando non sarà dorato, croccante e completamente cotto.
  • Scolare con cura il pollo dall’olio e adagiarlo su una teglia munita di una griglia e far raffreddare leggermente prima di servire. Ripeti fino a quando tutte le cosce di pollo non saranno fritte.

Per i waffle:

  • In una ciotola unire la farina, lo zucchero e il lievito.
  • In un’altra ciotola sbattere leggermente i tuorli d’uovo.
  • Aggiungere il latte, il burro e la vaniglia; mescolare bene. Mescolare gli ingredienti secchi solo fino a quando non sono combinati.
  • Montare gli albumi a neve ferma; piegateli nella pastella.
  • Cuocere in una piastra per cialde preriscaldata fino a doratura.
  • (Suggerimento professionale: se non hai una piastra per waffle, puoi usare una macchina per sandwich o anche semplicemente farli come frittelle, avranno un sapore altrettanto buono!)
  • Servire il pollo sopra i waffle conditi con miele caldo o sciroppo d’acero.

Leave a Comment