Los Angeles è la prima grande città degli Stati Uniti a firmare questo trattato sul clima

L’85% della popolazione mondiale sta subendo gli effetti dannosi del cambiamento climatico e le Nazioni Unite hanno chiarito che i governi devono adottare politiche per rallentare efficacemente i disastri ambientali. Una soluzione è l’alimentazione a base vegetale e questa settimana il Consiglio comunale di Los Angeles ha votato in modo in crisi per l’adozione del Trattato basato sulle piante, per impegnarsi ad espandere l’accordo di Parigi per mitigare il clima attraverso sistemi alimentari e innovativi.

I membri del Consiglio di Los Angeles Paul Koretz e Marqueece Harris-Dawson hanno presentato la risoluzione del Trattato basato sulle piante il 6 settembre e ora l’intero consiglio comunale si è fatto avanti per sostenere il disegno di legge sostenibile. La risoluzione sarà ufficialmente adottata quando (e se) il sindaco Eric Garcetti si contenderà il voto, rendendo Los Angeles la città più grande del mondo a sostenere il Plant Based Treaty.

“Questa risoluzione storica segna un cambiamento culturale vitale poiché gli americani danno la priorità sia alla lotta ai cambiamenti climatici che al miglioramento della propria salute”, ha affermato Koretz in una nota. “Come hanno fatto oltre 2.200 comuni con le dichiarazioni di emergenza climatica, invito altre città a unirsi a noi e ad approvare il Trattato basato sulle piante”.

Attualmente, 20 città hanno approvato il Trattato basato sulle piante. Alcune recenti approvazioni sono arrivate da Gandhinagar, in India; Buenos Aires, Argentina; Haywards Heath, Regno Unito; e Didem, Turchia, tra gli altri.

“LA è storicamente nota per guidare la nazione nelle tendenze ambientali”, ha detto in una dichiarazione Jane Velez-Mitchell, fondatrice di UnChainedTV e giornalista veterana. “Quello che succede a Los Angeles si diffonde nel resto del mondo”.

Combattere i cambiamenti climatici con il Trattato sulle piante

Con l’adozione del Plant Based Treaty, Los Angeles creerà un precedente sostenibile per le principali città del mondo. La risoluzione sostenibile sostiene tre principi che includono Relinquish (abolire l’agricoltura animale), Redirect (adottare sistemi alimentari a base vegetale) e Restore (riforestare e riforestare le terre distrutte).

“L’orologio terrestre è a 100 secondi a mezzanotte”, ha affermato in una nota René Rowland, presidente del gruppo per la protezione degli animali PawPAC. “Gli impatti del cambiamento climatico sono su di noi e stiamo già sperimentando i suoi effetti devastanti. L’importanza che ogni località si unisca per invertire questa crisi non può essere sottolineata abbastanza”.

Los Angeles è anche strategicamente posizionata per frenare le pratiche dannose di agricoltura animale nello stato della California. Attualmente, la California ospita 1.400 aziende lattiero-casearie, contribuendo in modo significativo alle emissioni di gas serra dell’America. I ricercatori delle Nazioni Unite affermano che il mondo deve ridurre le emissioni di metano del 33% entro il 2030, affidando la responsabilità alle industrie della carne e dei latticini. Quasi il 40 per cento delle emissioni globali di metano può essere attribuito alla produzione di bestiame.

“L’IPCC ha costantemente affermato che la dieta vegana è la dieta ottimale per combattere il clima e le emergenze da metano”, in una dichiarazione Anita Krajnc, co-fondatrice del Plant Based Treaty e attivista. “Le città svolgono un ruolo cruciale nella nostra campagna dal basso verso l’alto per sollecitare i governi nazionali a negoziare un trattato globale basato sulle piante”.

Trattato vegetale promosso a livello internazionale

Ciò si verifica molto prima del Summit dei sindaci mondiali C40, un evento che ospiterà i sindaci delle più grandi città del mondo a Buenos Aires dal 19 al 21 ottobre. I sindaci si riuniscono per discutere su come migliorare le infrastrutture cittadine e, più specificamente, per introdurre un annuncio sostenibile, strategie di lotta alla crisi climatica.

“Con la transizione alle energie rinnovabili ora in corso nella maggior parte delle principali città, ridurre l’eccessiva dipendenza dagli alimenti di origine animale è la prossima frontiera nella lotta ai cambiamenti climatici”, ha affermato in una nota Allie Molinaro, Campaigns Manager di Compassion in World Farming. “Se i leader di C40 sono seriamente intenzionati a sostenere l’accordo di Parigi, devono rivolgere la loro attenzione alla transizione verso un sistema alimentare a base vegetale”.

Quest’anno, i 100 sindaci presenti hanno ricevuto lettere aperte firmate da 200 gruppi tra cui Compassion in World Farming, Humane Society Internation, Pro Veg International e Plant Based Treaty che illustrava in dettaglio le soluzioni a base vegetale per combattere la crisi climatica. Il conglomerato ha chiesto ai partecipanti del C40 di attuare la Dichiarazione delle città del buon cibo, che include un impegno per la sostenibilità, soluzioni alimentari a base vegetale e il Trattato basato sulle piante nel suo insieme.

“Le città C40 sono considerate leader nell’azione locale per il clima e possono accelerare i progressi tanto necessari implementando le migliori pratiche come servire cibo a base vegetale in occasione di eventi comunali e utilizzando ogni strumento politico a loro disposizione, comprese campagne di informazione pubblica, appalti, sussidi, investimenti, disinvestimento, tassazione, orti comunitari e programmi di prescrizione di frutta e verdura”, ha affermato Krajnc.

A settembre, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres Pakistan ha sottolineato quanto sia diventata grave la crisi climatica, indicando le piogge monsoniche da record che hanno devastato il Pakistan. Guterres ha avvertito che un “disastro climatico” è in arrivo se i governi non adottano politiche sostenibili.

Per saperne di più sul Trattato basato sulle piante, controlla come l’accordo si estende all’accordo di Parigi.

31 deliziose ricette a base vegetale da fare a ripetizione

Vuoi nuove idee per pasti sani, a base vegetale e deliziosi? Questa newsletter gratuita è per te. Iscriviti per ricevere ogni mattina una ricetta del giorno nella tua casella di posta.

.

Leave a Comment