La ricetta segreta della salsa per la pasta di tua madre italiana

Passo 1: Chiama tua madre e chiedi la sua ricetta per la pasta.

Metti da parte dai cinque ai quarantacinque minuti per questo passaggio, poiché molto probabilmente si lamenterà con te del tempo, di tuo padre e di qualcuno che le ha fatto un torto in Italia nel 1961 prima di arrivare alla ricetta. Quando dici “Devo andare, puoi per favore darmi la ricetta?” lei risponderà: “Vedi, non hai mai tempo per me”, e poi trascorrerà un’altra ora ricordandoti che è una brava madre.

Passo 2: Raccogli gli ingredienti.

  • Una lattina da 28 once di pomodori San Marzano interi che tua madre ha fatto scivolare nel tuo bagaglio l’ultima volta che hai visitato

  • ¼ tazza di olio extravergine di oliva da una grande latta di olio che tua madre ha intrufolato nel tuo bagaglio l’ultima volta che ci sei stato

  • 7 spicchi d’aglio, pelati e tagliati a scaglie, che tua mamma ha fatto scivolare nel tuo bagaglio l’ultima volta che ci sei stato

  • 1 grande basilico fresco dalla pianta di basilico che tua madre ha fatto scivolare nel tuo bagaglio l’ultima volta che hai visitato (disimballa tutti i tuoi vestiti per lavarli, di nuovo)

  • 1 cucchiaino di sale

  • 1 vita di colpa e vergogna

Passaggio 3: Scaldare l’olio in una padella capiente a fuoco basso; aggiungi l’aglio e fai rosolare finché non è tenero, come la chiazza di peli del labbro superiore che hai rimosso più volte con il laser ma che continua a ricrescere perché non puoi cancellare la tua eredità.

Passaggio 4: Unire i pomodori, il basilico e il sale. Schiaccia i pomodori con un cucchiaio, come tua madre ha schiacciato i tuoi sogni da adolescente di avere amici seduti su un divano senza plastica. Fate sobbollire, mescolando di tanto in tanto. Lascia cuocere la salsa per quindici o venti minuti, usando questo tempo per pulire in modo maniacale la tua cucina proprio come tua madre puliva in modo maniacale la cucina mentre il resto della famiglia si godeva la cena di Natale. Riconnettiti al trauma di gridare: “Mamma, per favore siediti e mangia!” e lei che risponde: “Cosa, pensi che la lavastoviglie si pulirà da sola?”

Quando hai finito di pulire il bancone, assicurati di far sapere ripetutamente al tuo partner/bambini/coinquilini/cane/piante d’appartamento che oggi non sei solo cucinato ma anche pulito, finché non lodano il tuo martirio. Metti quello straccio nella tasca della tua vestaglia, perché ne avrai sicuramente bisogno di nuovo presto.

Passaggio 5: Versa la salsa sulla pasta che tua madre ha fatto scivolare nel tuo bagaglio l’ultima volta che sei stato. Prima di servire, scatta una foto e inviala a tua madre insieme alla pasta emoji, all’emoji della bandiera italiana e all’emoji degli occhi del cuore. Attendo con ansia la sua approvazione.

Passaggio 6: Rispondi alla telefonata di tua madre che ti chiede come aprire il testo di una foto, di nuovo. Per favore, concedi più tempo per questo passaggio, poiché tua madre molto probabilmente smetterà di ascoltare le tue indicazioni e inizierà a parlare di merda di sua cugina con il brutto marito che ha avuto il coraggio di dare a tua nipote solo cento dollari per la sua prima comunione quando tua madre ha dato suo figlia centocinquanta dollari.

Passaggio 7: Dopo che tua madre avrà finalmente aperto la foto, permettile di criticare il piatto. (Esempi includono: “la pasta sembra troppo cotta”, “la pasta non sembra abbastanza cotta”, “è troppa pasta, ingrasserai”, “non è abbastanza pasta, diventerai troppo magra,” e, “non hai pulito il bancone abbastanza bene.”) A seguito della sua estesa critica, farà un solo complimento sulla tua cucina che in qualche modo trasformerà in un complimento sulla sua cucina.

Passaggio 8: Dai un morso alla tua pasta, che ora è fredda perché hai passato tanto tempo al telefono con tua madre e poi con tuo fratello a parlare di tua madre.

Passaggio 9: Ordina cibo tailandese. ♦

.

Leave a Comment