La ricetta del pancake della regina Elisabetta – Come fare i pancake della regina

La regina Elisabetta II era un’icona amata, dal suo guardaroba colorato ai suoi corgi da compagnia fino ai suoi 70 anni di regno storico sul trono.

Quindi, dopo aver appreso della morte della regina l’8 settembre 2022, non è stata una sorpresa che persone in tutto il mondo abbiano iniziato a tuffarsi negli archivi per scoprire di più sulla sua vita, che fosse attraverso immagini, spettacoli come La coronao anche ricette.

Sì, quest’ultima potrebbe sembrare insolita per i reali britannici, ma la regina aveva in realtà alcune ricette che lei stessa era nota per preferire, inclusa una per i pancake reali!

La ricetta è stata condivisa per la prima volta dalla regina Elisabetta in una lettera al presidente Dwight D. Eisenhower nel 1960. La lettera e la ricetta originali, disponibili negli archivi nazionali, rivelano che la regina servì i pancake (che in realtà sono chiamati “drop scones “) a Eisenhower e sua moglie, Mamie, quando hanno visitato la regina nel suo castello a Balmoral.

La ricetta del pancake della regina elisabetta

Per gentile concessione degli Archivi Nazionali

lettera dei pancake della regina elisabetta

Per gentile concessione degli Archivi Nazionali

“Caro signor Presidente”, ha scritto nella lettera, “Vedere una sua foto sul giornale di oggi, in piedi davanti a un barbecue che griglia una quaglia, mi ha ricordato che non avevo mai inviato la ricetta delle focaccine a goccia che le avevo promesso a Balmoral. Spero che li troverai di successo.”

la regina elisabetta ci saluta il presidente dwight d eisenhower 1890 1969 prima di prendere parte alla cerimonia di apertura del St Lawrence Seaway a Lambert Lock, montreal, 26 giugno 1959 a sinistra c'è il principe philip, duca di edinburgh foto di fox photoshulton archivegetty images

Questa foto della regina Elisabetta che saluta il presidente Eisenhower è del 1959.

Foto di volpe//Getty Images

Insieme alla ricetta, la regina ha fornito alcuni consigli utili durante la cottura.

“Sebbene le quantità siano per 16 persone, quando ce ne sono di meno, generalmente metto meno farina e latte ma uso gli altri ingredienti come indicato”, ha scritto.

E quando si tratta di rendere i pancake un successo, ha consigliato, “il composto ha bisogno di essere sbattuto molto durante la preparazione e non dovrebbe durare troppo a lungo prima della cottura”. Buono a sapersi!

I “drop scones” sono molto simili a quelli che conosciamo come frittelle americane. Sono un po’ più spesse e di dimensioni più piccole, ma queste torte alla piastra sono altrettanto dolci e deliziose per la colazione (o un trattamento speciale per l’ora del tè). E poiché sono così simili ai pancake, possono essere serviti con i tuoi condimenti per pancake preferiti, come sciroppo, marmellata, burro o frutta fresca.

ingredienti

4 tazze di farina

4 cucchiai di zucchero semolato (o zucchero semolato)

2 tazzine di latte

2 uova intere

2 cucchiaini di bicarbonato di sodio (o bicarbonato di sodio)

3 cucchiaini di cremor tartaro

2 cucchiai di burro fuso

indicazioni

“Sbattere insieme le uova, lo zucchero e circa metà del latte, aggiungere la farina e amalgamare bene, aggiungendo il resto del latte quanto basta, anche bicarbonato e cremor tartaro, unire il burro fuso.”

La ricetta della regina finisce qui, quindi in vero stile regale, c’è un po’ di segretezza quando si tratta di quanto tempo cuocerle e cos’è esattamente una tazza da tè, comunque?

Ecco cosa suggeriamo: 1 tazza da tè = circa 3/4 di tazza, quindi avrai bisogno di 3 tazze di farina e 1 1/2 tazza di latte. Scaldare una piastra con un po’ di burro fuso e versare la pastella a cucchiaiate sulla piastra. Quindi, come nel caso delle frittelle, quando iniziano a formarsi delle bolle, capovolgere dall’altro lato e continuare a cuocere fino a doratura. Il risultato finale saranno frittelle degne di una regina! 👑

Proverai i pancake della regina? Fateci sapere nei commenti!

Questo contenuto è importato da OpenWeb. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

Leave a Comment