Inn at Laurel Point è il primo Climate Pledge Hotel del Nord America

“], “filter”: { “nextExceptions”: “img, blockquote, div”, “nextContainsExceptions”: “img, blockquote”} }”>

Ottieni l’accesso a tutto ciò che pubblichiamo quando ti iscrivi a Outside+ >”,”name”:”in-content-cta”,”type”:”link”}}”>Unisciti oggi!.

Troppo spesso, le cose annunciate come “lusso sostenibile” non sono all’altezza della legittima rispetto dell’ambiente o del lusso genuino. L’Inn at Laurel Point offre entrambi. Il primo hotel in assoluto in Nord America a unirsi a The Climate Pledge e al primo hotel a emissioni zero della British Columbia, l’Inn at Laurel Point è nascosto nel Victoria Inner Harbor, e offre non solo splendide viste sull’acqua, ma anche un’esperienza a cinque stelle, e un impegno per la sostenibilità che va oltre il greenwashing.

La splendida struttura vanta un totale di duecento camere e suite ben arredate, ognuna dotata di balcone privato con vista sul Victoria Inner Harbor o sullo skyline del centro cittadino. La lobby inondata di sole offre finestre dal pavimento al soffitto mentre l’intero hotel è riscaldato e raffreddato da un sistema di raffreddamento marino che utilizza 114 pompe di potenza che utilizzano l’acqua dell’oceano per controlli della temperatura incredibilmente efficienti.

“Siamo una squadra curiosa che cerca sempre di migliorare il modo in cui facciamo le cose e guardare al nostro business attraverso un obiettivo sostenibile presenta opportunità e ci sfida a essere migliori”, spiega Eda Koot, direttore generale dell’Inn at Laurel Point. “In qualità di leader e primo hotel a emissioni zero in BC, questo fa parte della nostra cultura, non è quello che facciamo ma chi siamo”.

Koot osserva che sempre più ospiti cercano attività che mostrino preoccupazione per l’ambiente, e ciò significa molto di più che raccogliere e riutilizzare i propri asciugamani.

Locanda a Laurel Point
(Foto: Vince Klassen / Locanda a Laurel Point)

Mantenere le cose a zero emissioni di carbonio può causare alcune sfide in cucina. Secondo l’Executive Chef Ken Nakano, che dirige il ristorante interno dell’hotel, Aura, il team gastronomico fornisce le migliori opzioni disponibili con i loro partner agricoli locali, ma tenere il passo con l’aumento dei costi si è rivelato difficile. Il team culinario ha combattuto l’aumento dei costi riducendo al contempo la propria impronta di carbonio un ulteriore passo avanti curando e curando un giardino in loco costruito per soddisfare al meglio le esigenze della cucina.

“In vista del nostro terzo anno, siamo in grado di identificare quali varietà funzionano meglio e pianificare di conseguenza. Ruotiamo le nostre colture per avere una varietà di maturazione durante la stagione di crescita in concomitanza con lo sviluppo del menu di Aura. Il nostro giardino è in continua evoluzione per mantenere tutti i nostri menu al top della stagione”, spiega lo chef Nakano.

Secondo lo chef Nakano, l’architettura unica dell’edificio stesso fornisce molti microclimi che supportano l’approccio del team culinario alla coltivazione e alla sperimentazione di una varietà diversificata di prodotti autoctoni ed esotici per i nostri ospiti. Quei raccolti freschi dell’orto guidano il suo menu attraverso le stagioni.

“L’attesa di lavorare con i prodotti al suo apice è molto eccitante per noi e ispira le nostre offerte vegetariane ‘del momento'”, afferma. “Alcuni degli ingredienti che mi hanno entusiasmato quest’anno sono stati il ​​calamansi, l’olivello spinoso, lo zenzero, la citronella e la ume giapponese, solo per citarne alcuni. Gli umeboshi che preparo con i frutti di ume a luglio sono un alimento base nella nostra dispensa che usiamo tutto l’anno. La varietà di prodotti che siamo in grado di creare dalla diversità del nostro giardino è sorprendente. Sono ugualmente entusiasta delle nostre patate, cavoli, cavoli e sunchokes”, dice. “La curiosità e le opportunità di apprendimento create da questo progetto hanno approfondito le nostre connessioni con i sistemi alimentari locali”.


RELAZIONATO: Queste salse per negozi di alimentari sono la mia scorciatoia segreta per la gioia della cena della settimana


Ottieni di più da ciò che ami da VT. Seguici su Instagram, Facebook e twittere iscriviti alle nostre newsletter via e-mail.

Leave a Comment