In una prima volta per i cieli indiani, TajSATS conferma che i viaggiatori potranno gustare presto pasti vegani in volo!

Mentre le persone si avventurano in viaggio post-Covid-19, il traffico aereo è aumentato. Quindi, è naturale che l’industria del cibo per voli di Rs 1.500 (fatturato annuo) dell’India stia mettendo in scena un intelligente ritorno dai giorni cupi di marzo 2020, quando si era sostanzialmente fermata. Le compagnie aeree stanno diventando più esigenti in questo momento, sia che si tratti di coccolare i passeggeri con opzioni alimentari sostenibili o di risparmiare denaro. A offrire uno spaccato del primo è Arun Batra, chef esecutivo del TajSATS di Tata Group, che fornisce più della metà dei pasti in volo in India.

Arun parla di come l’esperienza di mangiare pasti vegani nella stratosfera diventerà presto realtà, poiché a causa della domanda delle compagnie aeree, stanno lanciando pasti vegani e dolci senza zucchero.

Approfondimenti sulla preparazione dei pasti pre-covid e lo scenario attuale

Arun Batra, executive chef di TajSATS, afferma che prima di marzo 2020 servivano circa 75.000 colazioni, pranzi, cene e spuntini ogni giorno in diverse categorie. La maggior parte, il 60-70%, era per voli nazionali e il resto per voli stranieri. Entro la fine di marzo 2020, questo numero era sceso a zero per un breve periodo di tempo. Successivamente, hanno iniziato a preparare i pasti per le forze di sicurezza, i professionisti medici e i voli di evacuazione. Quando il traffico aereo ha iniziato ad aumentare nell’ottobre 2020, gli affari hanno iniziato a riprendersi. Le cene domestiche sono tornate ai livelli pre-Covid.

L’ingegno dei pasti a base vegetale per i pasti a bordo

Sembra che presto abbiano sentito il bisogno di ampliare la selezione dei pasti. Pertanto, TajSATS inizierà a vendere carni a base vegetale entro la fine di quest’anno. Questo sarà interamente vegetariano e principalmente a base di soia e jackfruit. Sarà utilizzato per preparare piatti deliziosi come il biryani, oltre alla cucina occidentale e giapponese, e sarà servito caldo. In una prima volta per i cieli indiani, ci saranno opzioni per il pane, tra cui lievito naturale e pani senza glutine.

Ecco come cambia il sapore del cibo alle varie altitudini di crociera

Ad altitudini di crociera, i nostri sensi del gusto rispondono in modo distinto, afferma Batra. Più della dolcezza, le persone potrebbero avere un sapore acido e salato. Un cibo dolce apparirà meno dolce di quello che è. Di conseguenza, usano la giusta quantità di sale mentre cucinano a bordo (ecco perché le compagnie aeree offrono pasti a basso contenuto di sale per motivi di salute). Non che utilizzino più sale, semplicemente più di quanto farebbero per i pasti al ristorante. Il cibo viene preparato e cucinato in modo diverso nei ristoranti rispetto a quanto lo è a casa.

Batra dice che preparano il cibo, lo refrigerano (nella cucina di volo prima di caricarlo sui furgoni) e poi lo riscaldano a bordo prima di servirlo.

Come la produzione alimentare affronta il TAGLIO DEI COSTI e le restrizioni finanziarie

Batra rivela che ci sono sempre vincoli finanziari. “Tutto ciò che facciamo è fatto con il massimo per la qualità del pasto. Lavoriamo per ridurre i costi delle compagnie aeree, tra le altre cose, procurando gli ingredienti a livello locale”. A causa del costo più elevato della carne, la quantità di carne può essere ridotta di poco mentre il numero di verdure viene aumentato. La tipica configurazione del vassoio di classe economica, che include croissant, parantha, burro, insalata, dessert e cagliata o yogurt, pesa tra 500 e 550 grammi. La porzione di un pasto riscaldato è compresa tra 250 e 300 grammi. Se una certa verdura diventa molto costosa, la sua proporzione nel mix di verdure può essere leggermente ridotta.

Un singolo viaggiatore non noterà la leggera differenza. Dal punto di vista dei costi, però, fa la differenza in termini di volume. In un passato non troppo lontano (su alcune compagnie aeree ormai defunte) c’era una sostituzione dei dessert con cioccolatini gratuiti offerti per promuovere una particolare azienda di cioccolato.

Cosa riserva il futuro per i pasti a bordo di Air India

Quando il gruppo Tata, che ha fondato Air India, è tornato a guidare la compagnia aerea, TajSATS rivela di aver sempre fornito servizi per l’IA. La compagnia aerea ha intenzioni ambiziose di migliorare l’esperienza culinaria a bordo. Ora ci sono quattro diverse opzioni di pasto disponibili nel ristorante, rispetto alle due precedenti, afferma Batra. L’economia è passata da due a tre. Nella classe economica delle famiglie torna la carne. Tuttavia, spiega che la varietà di pane è in crescita. Osserveranno opzioni di menu di prima classe tra cui aragosta, agnello e piatti di gamberi.

Effetto del divieto di plastica monouso sugli imballaggi dei pasti a bordo

Batra spiega che la maggior parte delle compagnie aeree si stanno convertendo alle posate in legno duro dalla plastica. Dice che prima alcuni prodotti alimentari erano avvolti in una plastica incredibilmente sottile. Ora, per quella funzione viene impiegata la plastica da 100 micron, che è legale e più spessa. Le compagnie aeree stanno passando a fornire bicchieri di carta in cui l’acqua viene versata da enormi bottiglie piuttosto che l’acqua in piccole bottiglie di plastica. Attualmente, insalate e dessert sono ricoperti di plastica trasparente. Il cartone sarà usato al suo posto, chiarisce Batra. Pertanto, l’aspetto e la sensazione cambieranno.

Si sta lavorando per creare posate dalla polpa di carta, che è davvero una notizia incoraggiante.

.

Leave a Comment