I germogli sono il superfood definitivo?

germoglinoto per essere estremamente nutriente e una centrale elettrica di proteine, sono ampiamente consumati a colazione e anche come spuntino. Sono anche una ricca fonte di fibre, calcio, vitamine A e C, potassio e fosforo. Tuttavia, secondo la dott.ssa Alka Vijayan, esperta di Ayurveda, mentre i germogli sono “ricchi di sostanze nutritive”, il corpo ha un “tempo difficile” per scomporli. Quindi, questo rende i germogli malsani o inadatti per alcune persone? Scopriamolo.

“Sì, è ricco di sostanze nutritive, ma poiché il corpo ha difficoltà a scomporlo, a lungo termine porta spesso a gonfiore, acidità, stitichezza ed emorroidi”, ha scritto su Instagram. Ha spiegato che sebbene, secondo la scienza moderna, i germogli siano ricchi di proteine, grassi, fibre e vitamine, “in ayurvedicoè noto che i germogli aumentano vata perché quando valuti i germogli sono a metà strada tra l’essere un seme e una piccola pianta.

Ha aggiunto che tutto ciò che è “a metà della trasformazione è difficile da digerire proprio come la cagliata semiformata. Porta a gonfiore e formazione di amore (tossine) che portano a infiammazione o molecole pro-infiammatorie, motivo per cui la maggior parte di noi si sente gonfia, gassosa, acida e stitica.

Ha concordato Ishti Saluja, nutrizionista, e ha affermato che “i germogli crudi o crudi, in particolare, possono causare intossicazioni alimentari in soggetti con malattie autoimmuni e bassa immunità, compresi bambini e anziani. Sono anche ricchi di proteine ​​e fibre, quindi anche quelli con reni più deboli dovrebbero stare attenti”.

“Inoltre, quelli con un intestino sensibile dovrebbero anche stare estremamente attenti al consumo di germogli poiché sono difficili da scomporre e digerire per il corpo, il che a sua volta può causare dolore addominale, gas e diarrea o stitichezza, a seconda delle condizioni del tuo intestino. Inoltre, come con qualsiasi cibo crudo, anche i germogli sono un potenziale vettore di malattie di origine alimentare, come quelle causate da E. coli. Coloro che soffrono di emorroidi non dovrebbero consumare germogli crudi in quanto possono aggravare il sintomo”, ha detto a indianexpress.com.

Chi dovrebbe evitarlo?

Secondo il dottor Alka, mentre la maggior parte delle persone può avere germogli, quelli con cattiva digestione o ostacolati agnio vata o pitta prakruti dovrebbe evitarlo. Tuttavia, le persone con kapha prakruti sono in grado di digerire i germogli e possono consumarli più spesso — “ma solo una o due volte alla settimana; mai più di così”.

“Per renderlo più digeribile, anche per le persone con kapha prakritiprima cuocilo con una piccola quantità di olio, preferibilmente olio di cocco, o burro chiarificato, o burro, e spezie come cumino, ajwain (semi di carambola) e zenzero secco in polvere”, ha suggerito.

Dal momento che è buono per kapha persone, può essere consumato da coloro che cercano di perdere peso. “Coloro che stanno cercando di perdere peso e hanno una buona digestione, possono consumare i germogli”, ha affermato il dottor Alka, aggiungendo che dovrebbe idealmente essere consumato al mattino e “dovrebbe costituire il 30% della porzione del pasto”.

Il consumo regolare di germogli è dannoso?

Oltre a sentire gonfiodigestione gassosa, acida o ritardata, il consumo regolare di germogli può portare a disfunzioni vata situato nell’intestino che può ulteriormente portare a emorroidi o emorroidi, la complicazione allo stadio terminale del consumo di germogli.

Per le persone che non possono consumare i germogli, ha suggerito di mangiare i semi così com’è o in forma tostata. “Puoi anche consumare legumi e verdure imbevuti durante la notte. Dovrebbe essere cotto con olio, sale, cumino e aglio per renderlo facile da digerire”, ha affermato il dottor Alka.

Concordando, Ishti ha affermato che, nonostante sia ricco di fibre, vitamina C, proteine ​​e calcio, il corpo potrebbe non essere in grado di assorbire tutti i nutrienti dai semi e dai fagioli nella forma grezza, quindi “cuocere leggermente i germogli rende i nutrienti più accessibile al corpo”.

Alcuni modi per renderli più digeribili e sicuri da consumare, secondo l’esperto sono:

1. Cuocere a vapore a bagnomaria e aggiungere a un’insalata.
2. Frullare e aggiungere alla pastella o al composto per pancake.
3. Aggiungi i germogli al tuo khichdi: la cottura a pressione li ammorbidisce e li cucina, diminuendo la pressione sul tuo sistema

“Alcuni sostituti del germoglio sono ceci, fagioli, mung dal, tofu, paneer e hummus”, ha condiviso.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

.

Leave a Comment