Ho preparato le “Drop Focaccine” della regina usando la sua ricetta di famiglia

La regina Elisabetta II aveva un debole per i dolci.

La regina Elisabetta nel febbraio 2022 visita la RAF Marham

Regina Elisabetta II.

Getty Images/Piscina


L’ex chef reale Darren McGrady ha scritto nel suo libro di cucina “Eating Royally: Recipes and Remembrances from a Palace Kitchen”, che era una grande fan del cioccolato.

“La domenica di Pasqua gli chef avrebbero fatto di tutto per preparare ogni sorta di dolcetti al cioccolato per compensare i quaranta giorni di astinenza”, ha scritto McGrady, come riportato in precedenza da Insider. “C’erano torte al cioccolato più cioccolato al latte, cioccolato bianco e uova di cioccolato agrodolce”.

Ma mentre la regina, morta all’età di 96 anni a settembre, ha avuto accesso a una miriade di chef e personale di cucina per tutta la sua vita, non si è rifiutata di entrare in cucina di tanto in tanto per preparare i propri piatti.

Mentre ospitava un barbecue per il presidente Dwight Eisenhower al castello di Balmoral nel 1959, la regina in realtà preparò lei stessa un piatto dolce.

ueen Elizabeth II con il presidente degli Stati Uniti Dwight D Eisenhower a un banchetto della Casa Bianca nel 1957.

La regina Elisabetta II con il presidente degli Stati Uniti Dwight Eisenhower a un banchetto di stato alla Casa Bianca nel 1957.

Keystone/Getty Images


Nel 1959, secondo gli archivi nazionali degli Stati Uniti, la regina intrattenne il presidente Eisenhower al castello di Balmoral e per l’occasione preparò una serie di “focaccine a goccia” da una ricetta di famiglia.

Le focaccine a goccia, conosciute anche come “frittelle scozzesi” e “focaccine cadute”, sono originari della Scozia e sono più simili ai pancake in stile americano che alle crepes, secondo la BBC.

Dei 13 presidenti che ha incontrato durante la sua vita, Eisenhower potrebbe essere stata l’unica ad aver mangiato un piatto che la regina abbia mai preparato da sola.

E deve essergli piaciuto: un anno dopo ha inviato al presidente la ricetta degli scones, che includeva suggerimenti per la sostituzione degli ingredienti, secondo una copia della lettera della regina condivisa dagli archivi nazionali.

Dato che non si sa molto sulle abilità culinarie della regina, ho voluto provare io stesso la ricetta.

Molti degli ingredienti di questa ricetta reale possono essere trovati nella tua dispensa.

La ricetta prevedeva ingredienti che si trovano comunemente nella dispensa.

La ricetta prevedeva ingredienti base per la dispensa.

Maria Noyen/Insider


La maggior parte degli ingredienti per la ricetta degli scones della regina, che può fare abbastanza per 16 persone, sono base della cucina.

Gli ingredienti necessari sono:

  • 4 tazze di farina
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 tazze di latte
  • 2 uova intere
  • 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 3 cucchiaini di cremor tartaro
  • 2 cucchiai di burro fuso

L’unica cosa da cui inizialmente sono stato colto alla sprovvista è stato l’uso di “tazzine” come misura. Ho fatto una rapida ricerca online e da quello che ho raccolto, una tazza da tè ha all’incirca le stesse dimensioni di una tazza da 3/4, secondo 12 Tomatoes, un sito Web di cucina online.

Prima di tutto, dovrai rompere due uova in una ciotola capiente prima di aggiungere lo zucchero semolato.

Dopo aver rotto due uova, ho aggiunto quattro cucchiai di zucchero semolato.

Dopo aver rotto due uova, ho aggiunto quattro cucchiai di zucchero semolato.

Maria Noyen/Insider


La ricetta inizia abbastanza facilmente: sbattere le uova e aggiungere lo zucchero.

Non sono affatto un fornaio esperto, ma so che c’è qualcosa da dire per mescolare gli ingredienti secchi prima di quelli umidi. Questa ricetta apparentemente ignora questo metodo di cottura.

In ogni caso, volendo rimanere il più fedele possibile alle istruzioni della Regina, mi sono attenuto alla ricetta.

Successivamente, aggiungi metà del latte tramite una tazza da tè: la cosa più vicina a una tazza da tè era una piccola tazza.

La ricetta prevedeva l'utilizzo di tazze da tè come strumento di misurazione.

La ricetta prevedeva l’utilizzo di tazze da tè come strumento di misurazione.

Maria Noyen/Insider


Sapevo che non dovevo assolutamente usare la tazza piccola, dato che stavo misurando il latte nelle tazze, ma ancora una volta volevo ricreare come avrei immaginato la regina che preparava la ricetta nel miglior modo possibile.

Secondo la ricetta della regina, il passaggio successivo è semplice: aggiungere la farina.

Mi sembrava di aver aggiunto troppa farina.

Mi sembrava di aver aggiunto troppa farina.

Maria Noyen/Insider


Saresti sorpreso di quanto valga effettivamente la farina di 4 tazze da tè. Dopo averlo scaricato nella ciotola, ho iniziato a sospettare di quanto potessero essere spessi questi pancake.

Dopo aver aggiunto il restante latte, il bicarbonato e il cremor tartaro, ho dato una bella mescolata a tutto il composto. E sì, era molto denso.

Con l'aggiunta di farina, bicarbonato e cremor tartaro, il composto ha iniziato a sembrare pastoso.

Con l’aggiunta di farina, bicarbonato e cremor tartaro, il composto ha iniziato a sembrare pastoso.

Maria Noyen/Insider


La miscela per le focaccine a goccia aveva ingredienti simili ai pancake in stile americano. E i miei primi sospetti su quanto sarebbe stato denso si sono rivelati corretti.

Mentre cercavo di mescolare, ho pensato che assomigliasse più all’impasto della pizza che alla miscela di pancake.

Quasi dimenticavo di aggiungere il burro fuso.

Il burro era l'ultimo ingrediente da aggiungere.

Il burro era l’ultimo ingrediente da aggiungere.

Maria Noyen/Insider


Ho preso due noci di burro, all’incirca l’equivalente di due cucchiai nel microonde, e l’ho messo nel microonde. Dopo circa 20 secondi, quando il burro si è sciolto, l’ho tirato fuori e l’ho piegato al composto come da ricetta della Regina.

La mia prima focaccina a goccia è stata un gigantesco disastro, letteralmente.

Il primo pancake era troppo denso.

Il primo pancake era troppo denso.

Maria Noyen/Insider


Ogni volta che ho fatto i pancake, sapevo che il primo sarebbe stato un disastro. Ma a parte bruciare quello strano su una croccante, non ho mai fatto niente di così poco appetitoso come il mio primo tentativo di fare le focaccine al Queen’s.

In tutta onestà, la regina non ha lasciato istruzioni su quanta pastella mettere nella padella o per quanto tempo cuocere gli scones su ciascun lato. Ho finito per usare il metodo di aspettare di vedere le bolle prima di capovolgere, ma non è andato come previsto.

Ho finito per aggiungere troppa pastella nella padella, il che significava che ci sono voluti più di sei minuti prima che si formassero delle bolle sulla focaccina. Il risultato è stato un grumo secco simile a un pancake con un centro crudo.

Ho sicuramente lasciato la prima focaccina nella padella troppo a lungo perché un lato era marrone scuro e duro come la roccia.

Il primo pancake è stato un disastro.

La prima frittella.

Maria Noyen/Insider


Non c’è dubbio, il primo scone è stato un disastro.

Tuttavia, poiché la pastella sfrigolava sulla padella smaltata al burro, aveva un odore abbastanza simile a un pancake, quindi almeno avevo un barlume di speranza che se avessi potuto metterne la giusta quantità, avrei potuto ottenere un risultato più appetitoso.

Alla fine, ho fatto due focaccine a goccia di dimensioni più piccole prima di impiattare. La ricetta della regina non includeva con cosa servirli, ma ho deciso per marmellata, sciroppo e burro.

Il mio impianto di frittelle.

Il mio impianto di frittelle.

Maria Noyen/Insider


La regina non ha incluso alcun dettaglio sui condimenti nella ricetta che ha inviato a Eisenhower. Quindi, dato che il piatto suona come una miscela tra frittelle e focaccine, ho deciso di mangiarlo con sciroppo, burro e marmellata di fragole.

La focaccina mi ha ricordato i pancake, ma quelli che erano leggermente più simili al pane Sono cresciuto mangiando crepes, quindi è stata un’esperienza diversa.

Il pancake era molto denso, il che lo faceva sembrare più una focaccina.

Il pancake era molto denso, il che lo faceva sembrare più una focaccina.

Maria Noyen/Insider


Le focaccine a goccia della regina erano molto simili ai pancake in stile americano ma più pastose. Crescendo in Europa, sono molto più abituato a fare e mangiare frittelle sottili.

Il sapore della focaccina in sé non era male e ha fatto il suo lavoro come base per apprezzare la marmellata e lo sciroppo, ma la consistenza era un po’ troppo densa per il mio.

Alla fine, mi limiterò a fare le crepes a casa.

Ma detto questo, adoro una vecchia ricetta di famiglia. Quindi, anche se potrei non essere il più grande fan, mi piacerebbe immaginare che i membri viventi della famiglia dei Queen continueranno a sferzare scones nella sua memoria di tanto in tanto.

Leave a Comment