Forsyth Fire Escape apre uno stand di burrito a Chelsea

Uno stinco di burrito avvolto in una frittella di scalogno e condito con olio croccante di peperoncino alla citronella.
Foto: Giona Rosenberg

Nel dicembre 2020, Isabel Lee ha iniziato a lavorare alla sua ricetta per il burrito. Lei e il suo compagno, Luis Fernandez, si erano appena trasferiti a New York da Los Angeles. Lee cucinava spesso frittelle di scalogno per mitigare gli attacchi di nostalgia di casa, mentre Fernandez mangiava molto prosciutto, godendosi il pieno dei pasti dominicani che mancavano a Los Angeles. Per Lee, aveva senso solo combinare i due.

Ha iniziato a avvolgere i gusci di frittelle croccanti attorno al maiale a cottura lenta, al queso blanco, al guacamole e all’olio croccante di peperoncino alla citronella fatto in casa. “Ricordo la prima volta che l’ho provato”, dice Fernandez. “Le ho detto che sarebbe stato enorme, sarebbe stato gigantesco – le ho detto che quando le persone venivano a New York City, avrebbero pensato alla pizza, ai bagel e a questo burrito”.

La coppia ha sparso la voce su Instagram e ha iniziato a vendere i suoi primi burritos nel giugno 2021. A causa della pandemia, domenica hanno abbassato gli ordini ai clienti in un secchio di metallo attaccato a una corda dalla scala antincendio del loro appartamento al terzo piano di Chinatown pomeriggi. Il nome: Forsyth Fire Escape. Inizialmente, Lee e Fernandez speravano che potesse servire a unire la comunità mentre un’ondata di sentimento anti-asiatico si diffondeva nella città, ma il progetto ha presto preso vita propria.

Lee, abbassando un burrito dalla scala antincendio.
Foto: scala antincendio di Forsyth

“Penso decisamente di essere stato ispirato dal trambusto e dalla fatica di tutti qui a New York”, afferma Lee.

Il padrone di casa della coppia, tuttavia, la pensava diversamente e presto minacciò una causa se avessero continuato a vendere dalla scala antincendio. Così Fernandez ha chiesto al proprietario di Don Juan Grocery & Deli – la bodega dominicana dove Fernandez comprava spesso il suo prosciutto – se potevano usare la loro cucina nei fine settimana per continuare il loro progetto. Lui ha acconsetito. (Si sono anche trasferiti fuori dall’appartamento.)

All’inizio, la coppia prendeva ordini tramite DM di Instagram, ma nel corso dei mesi sono riusciti a semplificare il processo. Lo scorso aprile, Lee ha lasciato il suo lavoro aziendale per concentrarsi sull’accelerazione della strategia aziendale di Forsyth e un sito Web per i preordini è stato lanciato a maggio. I preordini vengono pubblicati all’inizio di ogni mese; di solito si esauriscono entro due minuti. I clienti possono ritirare i loro ordini presso la bodega la domenica pomeriggio.

La coppia produce circa 600 burritos al mese; i preordini e i drop solo della domenica sono progettati, in parte, per ridurre lo spreco di cibo e il processo richiede a Lee e Fernandez tutta la settimana: lunedì è il giorno dell’inventario. Mercoledì raccolgono 200 libbre di carne da un macellaio di Chinatown e iniziano la marinatura di 48 ore. Preparano le frittelle di scalogno il martedì e il giovedì e arrostiscono lentamente il pernil per 12 ore il venerdì. La domenica portano tutto alla bodega, fanno il guacamole e assemblano i burritos.

Lee e Fernandez, oltre al loro burrito famoso su Instagram. Giona Rosenberg.

Lee e Fernandez, oltre al loro burrito famoso su Instagram. Giona Rosenberg.

Le tirature limitate significavano che molti amanti del burrito erano rimasti a mani vuote. Ad oggi, potrebbe cambiare. La coppia sta iniziando una residenza di sei mesi a Olly Olly, una nuova food hall situata nella West 26th Street a Chelsea. Da mezzogiorno fino all’esaurimento, i clienti possono ordinare un burrito di scalogno e pancake da $ 14, nonché salse fatte in casa e tè freddo al cocco, una nuova voce di menu. Quando sono stati lasciati per la prima volta sparsi per la sala, la coppia – che farà ancora le loro uscite domenicali in cantina, anche se a un tasso fisso – era riluttante a diffondersi nella Chinatown, ma Lee si rese conto che sarebbe stata un’opportunità di consapevolezza. “C’era questa idea di portare a Chelsea una fusione cinese-tailandese-dominicana e l’abbiamo vista come un buon modo per condividere questi tipi di sapori con quartieri diversi”.

C’è un altro vantaggio aggiuntivo nella configurazione del mercato: per ora, chiunque voglia provare questo burrito può semplicemente avvicinarsi e ordinarne uno, senza bisogno di una pianificazione anticipata.

Vedi tutto

Leave a Comment