Espansione in fornitore di prodotti a tutto tondo per creare un modello di business solido

“Con una grande attenzione al marchio nel 2021, ora siamo pronti ad aggiungere un’altra etichetta alla nostra azienda. Groots si è prima etichettata come azienda di agricoltura verticale, ora stiamo diventando un fornitore a 360 gradi di prodotti alimentari, in collaborazione con altri. Ad esempio, i nostri ultimi kit di insalate pronte sono un pasto completo per il quale abbiamo collaborato con un’azienda vegana che aggiunge l'”alternativa alla carne” alle insalate”, osserva Alessandro Calcagno, cofondatore e responsabile marketing di Groots.


Alessandro Calcagno

Diventare un fornitore a tutto tondo
Quando gli è stato chiesto perché stessero prendendo una tale direzione, Alessandro osserva: “Il problema con la vendita al dettaglio è che o sei molto bravo a fornire un prodotto alla vendita al dettaglio, o stai espandendo la tua linea di prodotti per distinguere la tua azienda in più aree di prodotto. In questo modo, le persone potranno trovarti su numerosi prodotti, piuttosto che su “uno solo”.

Secondo lui, aveva perfettamente senso collaborare con startup dal lato vegano delle cose. Oltre a ciò, è stata un’opportunità unica per mostrare cosa possono fare i pasti vegani e l’enorme etichetta di sostenibilità insieme ad essa.

Inoltre, ci sono molti progetti entusiasmanti in vista che non riguardano solo la categoria delle piante commestibili, ma anche i prodotti farmaceutici e altre colture interessanti. Altro da svelare su quella fine quest’anno, prende in giro Alessandro.


I kit di insalata pronti Groots

Aumentando completamente
Dopo essersi trasferito in uno spazio ufficio più grande e allo stesso tempo in una struttura in crescita, Groots ha avuto le mani occupate con l’acclimatamento, pur mantenendo la produzione. L’azienda è ancora vicina a Barcellona, ​​ma ha dovuto espandere la sua area di coltivazione in quanto cresceva insieme alla domanda dei suoi attuali acquirenti. Come descrive Alessandro, la prima fattoria era perfetta per la fase iniziale di Groots, ma era giunto il momento di intensificare il loro gioco.

Alessandro spiega che hanno progettato in modo efficiente la struttura in termini di sistemi di produzione. Le piantine vengono propagate orizzontalmente, mentre una volta pronte per essere trapiantate, vengono trasportate in torri in crescita. Questo metodo consente a Groots di risparmiare un’enorme quantità di spazio. Per recuperare i costi, l’intero tetto è dotato di pannelli solari che li aiutano a mitigare l’impennata dei prezzi dell’energia. “Fortunatamente l’avevamo già considerato in anticipo. Senza di loro non ci sarebbero affari, temo. Quest’anno, ha davvero portato le cose a un altro livello”.


La fattoria pilota

Erbe secche, un’altra soluzione da sprecare
Circa un mese fa, Groots ha lanciato la sua ultima iniziativa di prodotto Groots Dried Spisez, una soluzione per le colture che non possono essere vendute dai supermercati a causa del loro aspetto. Raccogliere i raccolti indesiderati significa che Groots può risolvere l’enorme problema per i rivenditori poiché normalmente li getterebbero via.

Una volta selezionate le colture, vengono essiccate internamente e preparate per la vendita come un nuovo prodotto: le erbe essiccate. I prodotti, che includono menta, basilico, coriandolo, erba cipollina, origano e altro, non sono venduti solo nei negozi ma anche online, il che crea ulteriori canali di vendita, secondo Alessandro.


La gamma “spicez essiccati”.

La maggior parte dei prodotti viene venduta ai grandi rivenditori in Catalogna. Il prossimo passo è espandersi nella regione di Madrid nei rivenditori, quindi, presto, i clienti possono aspettarsi di vedere i loro prodotti sugli scaffali, poiché sono in trattative con varie catene mentre parliamo.

Per maggiori informazioni:
Alessandro Calcagno, Co-fondatore e Responsabile Marketing
[email protected]
radici
www.groots.eco

Leave a Comment