Cucina vegana: una carrellata di notizie vegane in tutto lo stato

A volte, mi sembra di aver passato tutto l’anno ad aspettare in fila per il cibo vegano. La domanda ha decisamente superato l’offerta.

Tali linee erano molto visibili ad agosto, quando il ristorante itinerante californiano Southern Fried Vegan è venuto al Definitive Brewing di Portland per offrire una cena pop-up con versioni vegane di piatti come pollo fritto, manzo barbecue affumicato e mac e formaggio. Centinaia si sono presentati. Molti aspiranti commensali si sono arresi quando hanno visto la fila. Anche così, l’attesa per quelli di noi che sono rimasti in giro è stata di 1 ora e mezza.

È stata una scena simile alla Common Ground Fair di Unity, favorevole ai vegetariani, dove un nuovo stand che vendeva pad Thai vegano aveva una delle file più lunghe. Anche i venditori di cibo vegano che vengono alla fiera da anni, come Falafel Mafia, Heiwa Tofu e Ellsworth Unitarian-Universalist Church (che produce involtini di uova vegani), avevano tutti linee significative. A quelle attese ha probabilmente contribuito il record di presenze alla fiera.

Atlantic Sea Farms, con sede a Biddeford, ha recentemente lanciato due hamburger vegetariani di mare, realizzati con alghe e ceci coltivati ​​nel Maine e disponibili nei gusti pesto di basilico e zenzero e sesamo. L’Harbour Fish Market di Portland e più di 300 supermercati Sprouts negli Stati Uniti già riforniscono gli hamburger. A ottobre, Bissell Brothers Brewing Three Rivers a Milo ha risposto all’aumento del pollo preparando polpette di pollo a base vegetale da masa e usandole in Chump Change, un panino vegetariano che servono.

Quest’estate, Vail’s Custom Cakes & Icelandic Bakery a Dover-Foxcroft ha aggiunto un menu completo di torte vegane e Gaia’s Plant-Based Kitchen a Brunswick ha avviato eventi di catering. Il ristorante di Portland LB Kitchen e Skordo, con sede a Brunswick, stanno collaborando per vendere confezioni di spezie con schede di ricette che consentono alle persone di ricreare a casa i frullati di spezie al cioccolato fondente e cocco-mango di LB Kitchen, entrambi vegani. Visita skordo.com e fai clic su “kit di ricette” per ordinare.

Ho scritto molte volte della rapida marcia delle ciambelle vegane nel Maine. Ad agosto un articolo politico sul settimanale britannico The Economist, di tutti i posti, ha notato lo stesso, definendo Portland come una città di “mousse di aragosta e capesante e ciambelle vegane”.

A settembre, il Bayview Hotel di Bar Harbor ha ospitato una serie di cene vegetariane pop-up di quattro portate. La proprietaria dell’hotel Kimberly Swan ha detto che le cene sono state ben accolte e spera di ospitare pop-up simili l’anno prossimo.

Sempre a settembre, l’attivista e regista britannico per i diritti degli animali Ed Winters, noto come “Earthling Ed”, ha parlato al Colby College della connessione tra il cambiamento climatico e il consumo di animali. Il mese prima, attivisti animalisti a Readfield hanno diffuso una petizione contro il Pig Scramble tenutosi nell’ambito dei Readfield Heritage Days, spingendo il Readfield Select Board, dopo il festival, ad approvare una risoluzione che escluda le attività che danneggiano gli animali, o che si ritiene possano danneggiarli, dalle future celebrazioni delle Giornate del Patrimonio.

E la novità di punta dei banchi gastronomia Hannaford non è fatta di maiali ma di piante. Tutti i 125 negozi della catena di supermercati Hannaford ora vendono più varietà di Mrs. Carni vegane sfuse Unreal Deli di Goldfarb, che possono essere affettate su ordinazione al banco gastronomia.

Ma non tutto sta venendo fuori fette di gastronomia vegana. Ottobre ha portato notizie tristi: The Copper Branch a Portland, parte di una catena vegana con sede a Montréal, si è oscurata e un cartello di For Lease è apparso nella finestra. Il ristorante ha aperto pochi mesi prima dell’inizio della pandemia e, anche quando la minaccia del COVID-19 si è ritirata, il mancato ritorno in centro della folla a pranzo non è certo di buon auspicio. Ci mancherai Ramo di rame.

Ecco uno sguardo alle notizie vegane più allegre nel Maine:

Midcoast Vegan lancia la sua tavola sandwich

La società di Brunswick Midcoast Vegan ha iniziato a fare i panini banh mi. Foto vegana della costa centrale

L’artista hip-hop nazionale Sole, noto fuori dal palco come Tim Holland e vive in una fattoria di permacultura a Brunswick, ha lanciato Midcoast Vegan, un’attività di sandwich a base vegetale. Molti dei panini utilizzano carni e formaggi vegani olandesi in piccoli lotti, incluso il suo caratteristico banh mi.

“È davvero un grande esperimento per scoprire cosa vogliono le persone”, mi ha detto Holland. “Sto sperimentando e provando tutto attraverso Morning Glory (Natural Foods a Brunswick). Questo inverno spero di espandermi in più negozi tra qui e Portland”.

Quando il mercato invernale di Brunswick apre per la stagione il 1 novembre Il 10, Midcoast Vegan avrà uno stand che vende panini, burritos per la colazione e muffin. Presto, l’azienda inizierà a fornire all’Union Bagel a Portland formaggio di anacardi lattofermentato e pancetta canadese vegana. Holland fa e affumica anche arrosti a base di seitan, che affetta in salume. Le carni saranno le protagoniste del prossimo panino al prosciutto e formaggio di Midcoast Vegan.

Puoi ascoltare Holland su Propaganda by the Seed, un podcast mensile che ospita con Aaron Parker di Edgewood Nursery a Falmouth. Il podcast si concentra su foreste alimentari, foraggiamento, funghi, erboristeria e come coltivare piante insolite. Segui Midcoast Vegan su Instagram.

Il Tempeh di Tootie inizia la produzione

Tempeh organico con sede a Biddeford Tootie’s Tempeh ha iniziato a spedire ai negozi e ai ristoranti del Maine. foto di Tempeh di Tootie

Dopo essere emersa come una startup nel 2019 e essersi trasferita due volte (ora si trova nell’edificio 10 del North Dam Mill, incentrato sul cibo, nel complesso Pepperell Mill a Biddeford), Tempeh di Tootie ha finalmente iniziato a spedire pallet del suo tempeh biologico.

I ritardi di produzione (per non parlare del COVID) hanno spinto la data di lancio ancora e ancora, ma il tempeh sta finalmente comparendo nei negozi e nei ristoranti, inclusi i negozi Rosemont Market, molti dei negozi di alimentari cooperativi dello stato e il ristorante Fish and Whistle a Biddeford. Il Tempeh di Tootie è l’unico tempeh disponibile in commercio prodotto nel Maine. (Dopo 15 anni, il produttore di tempeh Lalibela Farms ha chiuso la sua attività di Bowdoinham pochi mesi dopo l’inizio della pandemia).

Il prodotto iniziale di Tootie è il semplice tempeh, fatto con semi di soia biologica coltivati ​​da Aurora Mills and Farm a Linneus. Il suo imballaggio utilizza il 50% in meno di plastica rispetto alla concorrenza, secondo l’azienda, che è strutturata come una cooperativa di proprietà dei lavoratori. Tootie’s Tempeh spera di concedere in franchising il suo concetto di business di tempeh di provenienza locale, proprietà dei lavoratori e una tecnica di produzione di plastica ridotta (che riduce la quantità di plastica necessaria per fermentare torte di tempeh).

“Il nostro modello è scalabile perché vogliamo che questo tempeh sostenibile sia disponibile in tutta la contea”, ha affermato la co-fondatrice e CEO Sarah Speare. “L’idea è di mantenerlo locale ovunque.”

Michael LaCharite, ex Brewery Extrava, è il direttore di produzione dell’azienda. Supervisiona la fermentazione del tempeh con l’assistenza del sous chef ed esperta di sicurezza alimentare Kate Musser. Speare è l’ex direttore esecutivo di lunga data dell’Institute for Humane Education con sede nel Maine.

L’azienda prende il nome dalla madre di Speare, Tootie, morta 17 anni fa. Era un’imprenditrice che, a partire dai primi anni ’60, si batteva per la parità dei diritti e la protezione dell’ambiente. Speare spera che Tempeh di Tootie segua le sue orme.

Gli studenti Sheila Cunningham e Allison Pelletier preparano i biscotti durante un corso di cucina vegana della contea di Roots, tenuto al Northern Maine Community College di Presque Isle. foto delle radici della contea

County Roots ospita corsi di cucina

County Roots, un caffè vegano a Presque Isle, sta utilizzando la nuova classe di cucina del Northern Maine Community College per insegnare una serie di prodotti da forno vegani. Le lezioni, che durano sei settimane, terminano il 19 novembre 9, copre di tutto, da torte, decorazioni per torte, torte e muffin a biscotti, pane, pane senza glutine e prodotti da forno del Ringraziamento.

“Vogliamo mettere in evidenza che la cottura e la cottura vegane sono facili”, ha affermato Amy Stedman, proprietaria di County Roots. Tiene le lezioni con Julie Hartley, che è certificata in nutrizione vegetale.

La serie è già esaurita, quindi gli istruttori stanno pianificando più corsi, i dettagli arriveranno entro la fine dell’inverno. Il Country Roots Café sulla US Route 1 vendeva di recente una torta al cioccolato glassata al burro di arachidi, involtini alla cannella e biscotti con gocce di cioccolato bianco e zucca. Segui County Roots sui social media per le specialità del giorno e le informazioni sui prossimi corsi di cucina.

Avery Yale Kamila è una scrittrice di cibo che vive a Portland ed è raggiungibile a [email protected]
Sociale: AveryYaleKamila


Utilizza il modulo sottostante per reimpostare la tua password. Dopo aver inviato l’e-mail dell’account, invieremo un’e-mail con un codice di ripristino.

Leave a Comment