Cosa cucinare questo fine settimana

Buon giorno. La cucina del fine settimana ti consente di rallentare e abbracciare la pazienza come una virtù, spiega Bryan Washington nella sua colonna Eat per il New York Times Magazine questa settimana. Il suo soggetto: i piselli stufati (sopra), un piatto apprezzato in tutta la Giamaica e la sua diaspora che, come ha scritto Bryan, offre “un’occasione per permettere alla vita di portarti al suo fianco, meno un’orchestra che una sbiadita jam band che suona bene dopo l’ultima chiamata. “

È un pasto umile: fagioli, una coda di maiale o uno stinco, aglio, scalogno e una lattina di latte di cocco cotti insieme lentamente, legati insieme dal tempo. Potresti usare la carne di manzo al posto del maiale o niente carne. Alla fine Bryan aggiunge gli spinner – gnocchi di farina che rendono il pasto più di un contorno – e poi serve lo stufato finito sul riso. Gioia del fine settimana: “Per più di due ore, la pentola cuoce a fuoco lento finché i piselli non si sono ammorbiditi, facendo gorgogliare le loro chiacchiere basse mentre giocherellare con i podcast o inviare messaggi agli amici dal divano”.

Già, stufato! Che benvenuto in autunno. Al di là della dispensa caraibica, potresti rivolgerti alla ricetta di Roy Choi per una versione californiana del galbijjim coreano, che ha imparato da sua madre e io ho imparato da lui. Potresti fare uno stufato di agnello in stile tagine. O uno stufato di fagioli bianchi speziati con broccoli di rapa.

Forse stufato di lenticchie affumicato con porri e patate? O lo stufato di manzo all’antica? Adoro la ricetta dello chef Amanda Cohen per uno stufato di cavolfiore carbonizzato. L’idea è proprio quella di raccogliere gli ingredienti in una pentola e lasciarli fondere lentamente in una prelibatezza, un contrafforte contro il freddo e l’umidità.

In alternativa, o in aggiunta, potresti usare il fine settimana per cuocere: il fantastico pane al latte d’acero di Eric Kim, per esempio, o la deliziosa torta di mele e bourbon di Melissa Clark. Questo potrebbe essere il fine settimana per provare la torta di scacchi al latticello di Yewande Komolafe o, prima del Ringraziamento, i muffin ai mirtilli rossi di Samantha Seneviratne.

E per cena per concludere il weekend? “Guarda quella luna”, come ha scritto Thornton Wilder in “Our Town”. “Il tempo delle patate di sicuro.” Mantieni il forno acceso per una spalmabile di patate al forno, magari con cavolfiore e formaggio – o, più ambiziosamente, con granchio, jalapeño e menta, un riff su un piatto di pasta che Mark Ladner serviva da Del Posto a New York.

Migliaia e migliaia di ricette in più da cucinare questo fine settimana ti aspettano sul New York Times Cooking (e troverai ancora più ispirazione su TikTok, Instagram e YouTube). Sì, è necessario un abbonamento per accedere alle ricette. Gli abbonamenti supportano il nostro lavoro e gli consentono di continuare. Per favore, se non l’hai già fatto, prenderesti in considerazione la possibilità di iscriverti oggi? Grazie.

Siamo in attesa come perline in una chiesa anglicana se dovessi riscontrare problemi con la nostra tecnologia: [email protected] Qualcuno ti risponderà. E puoi scrivermi a [email protected] se vuoi salutarmi. Ho letto ogni lettera inviata.

Ora, è la durata di un fuoricampo di Aaron Judge da qualsiasi cosa abbia a che fare con burro coltivato o grappoli di muesli, ma Sean Williams ha uno sguardo meraviglioso sull’arte e sulla scienza di saltare le pietre, nella rivista Outside.

Leave a Comment