Cookbook ripercorre il fondatore di Popeyes e il suo cibo

NEW ORLEANS — La Louisiana è nota per la fornitura di cibo dal sapore grande e audace. Lo stesso si può dire per il fondatore dell’impero del pollo fritto Popeyes, che ha messo pollo piccante, fagioli rossi e riso sporco sulla mappa nazionale e la cui storia è delineata in un nuovo libro, “Secrets of a Tastemaker: Al Copeland, The Cookbook .”

Il figlio di Copeland, Al Copeland Jr. ha detto che lui e gli autori Chris Rose e Kit Wohl hanno cercato di catturare la “vita reale e i tempi di Al Copeland” nel libro pubblicato il mese scorso.

The Elder Copeland, morto nel 2008, ha lasciato il segno negli affari con i suoi ristoranti, ma era anche noto per le attività filantropiche, tra cui le missioni “Secret Santa” per migliaia di bambini nella metropolitana di New Orleans e lo stravagante spettacolo di luci natalizie a casa sua. Per un certo periodo, ha anche avuto una carriera di successo nelle corse di motoscafi offshore.

Il 20 giugno 1979, il fondatore di Popeyes, Al Copeland, tiene un pezzo del suo pollo fritto fuori da uno dei suoi 34 fast food a New Orleans. Un nuovo libro,

Il fondatore di Popeyes, Al Copeland, tiene un pezzo del suo pollo fritto fuori da uno dei suoi 34 fast food a New Orleans il 20 giugno 1979.

“Alcune persone pensavano che fosse appariscente e appariscente, e lo era”, ha detto suo figlio in un’intervista con The Associated Press. “Ma quello che non sapevano era che tutto ciò che era suo era tuo, che si trattasse di una Lamborghini o semplicemente di darti il ​​benvenuto a casa sua. Era davvero un uomo a cui piaceva vedere le persone felici”.

Copeland costruì – e alla fine perse – l’impero del pollo fritto Popeyes. Il suo primo ristorante ha aperto 50 anni fa, nel 1972, nel sobborgo di Arabi di New Orleans. Il jingle “Love That Chicken”, usato ancora oggi negli spot pubblicitari, ha debuttato nel 1980.

Il libro racconta l’audacia di Copeland in cucina e include ricette, sebbene non quelle associate a Popeyes, ha detto suo figlio. I lettori possono dare un’occhiata, ha detto, al tipo di cibo che Al Copeland usava da Copeland’s, la catena di ristoranti informali che aveva avviato nel 1983.

Il libro include piatti serviti al tavolo della famiglia Copeland, tra cui zuppa di mais e granchio, pane di gamberi, pesce gatto rimbalzato, melanzane di gamberi gratinate e filetto di maiale CP3, dal nome dell’allora guardia stellare dei New Orleans Hornets Chris Paul.

AP22277551739326.jpeg

Al Copland Jr. con il suo libro di cucina “I segreti di un Tastemaker: Al Copeland, The Cookbook”.

“Quello che scorre nel libro… è la storia del sogno americano”, Copeland Jr. disse. “Questo libro parla di un ragazzo che non aveva molto di niente, non aveva molta istruzione e viveva in un mondo che non gli avrebbe dato molto spazio”.

Nel 1989 c’erano 700 franchising Popeyes negli Stati Uniti e all’estero e Copeland sfruttò tali risorse per acquistare la catena di Fried Chicken della Chiesa. Quella mossa gli ha dato il controllo su 2.000 ristoranti di pollo. Ma il successo fu di breve durata: poco più di due anni dopo, la società risultante dalla fusione aveva accumulato più di $ 400 milioni di debiti e, nel 1991, Copeland ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11 per Al Copeland Enterprises.

Nel maggio 1992, il tribunale fallimentare ha assegnato ai creditori di Copeland il controllo totale del suo impero di polli con un nuovo nome, America’s Favorite Chicken Company. Copeland ha mantenuto la proprietà delle ricette Popeyes e della società di produzione che ha prodotto i condimenti, secondo il libro.

“Sebbene non gestisse Popeyes, la società non potrebbe operare – nemmeno esistere – senza di lui”, si legge nel libro. “Quella sentenza ha rafforzato la convinzione di lunga data di Al che dovrebbe sempre avere una porta sul retro, un piano alternativo per il cambiamento”.

Nel 2017, Restaurant Brands International Inc. ha acquisito Popeyes.

Liz Williams, fondatrice del Southern Food and Beverage Museum di New Orleans, ha affermato che Copeland era noto per essere audace, nel pensiero e negli affari.

“Ha fatto quasi più di qualsiasi altro chef per portare i sapori più autentici della città alle persone di tutto il mondo”, ha detto. “Penso a lui come a un ambasciatore di New Orleans… perché ovunque ci sia un Popeyes, hai la possibilità di ottenere un pezzo di New Orleans.”

Il libro di settembre ha contribuito a lanciare il 50° anniversario di Popeyes. Copland Jr. ha detto che il franchise di pollo fritto è stato fondato quando aveva 9 anni, quindi ha avuto “la possibilità di vivere l’intero viaggio dai tempi più poveri ai tempi eccitanti”.

“Questo progetto sta riportando alla mente una vita di ricordi ed è un modo in cui l’eredità di mio padre può continuare a vivere”, ha detto.

Leave a Comment