Come avere un pasto del Ringraziamento economico

Nota dell’editore: Iscriviti alla newsletter della CNN Life, But Greener. La nostra guida in sette parti ti aiuta a ridurre al minimo il tuo ruolo personale nella crisi climatica e a ridurre la tua ansia per l’ambiente.



CNN

Se ti senti turbato dai recenti rapporti secondo cui i prezzi del tacchino sono in aumento, non farti prendere dal panico. Non c’è bisogno di iniziare ad accumulare tacchini.

“Non stiamo assistendo a una carenza di offerta”, ha affermato Ben Del Coro, vicepresidente vendite e marketing di Fossil Farms, un fornitore con sede nel New Jersey di carni sostenibili e completamente naturali e selvaggina allevata in fattoria.

A differenza delle ultime festività natalizie, dove i problemi della catena di approvvigionamento e del lavoro hanno causato la carenza di ingredienti congelati, dovrebbero esserci abbastanza tacchini per andare in giro per il Ringraziamento. Tuttavia, le epidemie di influenza aviaria e l’impatto dell’inflazione sui costi di carburante, mangimi e manodopera hanno contribuito all’aumento dei prezzi dei tacchini.

I prezzi del tacchino intero congelato sono aumentati da $ 1,15 per libbra in questo momento nel 2021 a $ 1,47 per libbra per la settimana dal 28 ottobre al 3 novembre 2022, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. Sebbene si tratti di un aumento di quasi il 28% per libbra, “i costi complessivi sono in linea con ciò che tutti hanno vissuto tutto l’anno” con i prezzi dei generi alimentari e l’inflazione, ha affermato Del Coro. In effetti, i costi per tutte le parti del tacchino sono aumentati su tutta la linea, compresi i petti freschi e congelati con l’osso, le cosce e la carne macinata.

Nel caso tale i prezzi sembrano abbordabili, non sono quelli finali vedrai nel caso del macellaio. Come ha spiegato Del Coro, il rapporto settimanale sui prezzi dell’USDA mostra i prezzi all’ingrosso per gli uccelli di base, non ruspanti, biologici o qualsiasi altro cosiddetto descrittore premium. Distributori e rivenditori aggiungono i costi di ricarico prima che il tacchino arrivi al carrello.

Per coloro che avevano programmato di cucinare il tradizionale tacchino per il Ringraziamento, quest’anno potrebbe essere il momento di provare qualcosa di diverso. “Le tendenze di acquisto sono cambiate”, ha affermato Del Coro. “Negli ultimi due anni, le persone hanno mangiato a casa e organizzato piccoli raduni”, mentre ristoranti e hotel hanno rinunciato a servire grandi feste del Ringraziamento.

Con più opzioni che tornano per cenare fuori il giorno del Ringraziamento, c’è “un aumento della domanda sulla stessa offerta”, ha detto. “Ora il commercio all’ingrosso sta tornando, ma la domanda al dettaglio è ancora lì”. Mentre i cuochi casalinghi saranno probabilmente in grado di trovare un tacchino congelato al mercato, le dimensioni e il prezzo potrebbero non essere l’ideale.

Se ti senti avventuroso o stai pensando di rinunciare a servire il tacchino quest’anno, ecco alcune alternative per il menu del Ringraziamento.

“Personalmente capisco che il Ringraziamento riguarda la tradizione, ma va bene divertirsi con la tradizione”, ha detto Del Coro. Il suo pasto del Ringraziamento spesso incorpora cibi che venivano consumati più frequentemente nel Nord America preindustriale.

Preparata con accompagnamenti stagionali, la bistecca di cervo evoca i Ringraziamenti degli anni passati.

Ad esempio, le carni di selvaggina erano un alimento base comune della dieta americana, ha detto. “La carne di cervo faceva sicuramente parte del pasto originale del Ringraziamento ed è stagionalmente appropriata”, con tagli simili a un arrosto di manzo o bistecche che possono essere preparate con accompagnamenti stagionali.

Se si desidera attenersi al tema del pollame, Del Coro consiglia la faraona, i fagiani e le anatre come uccelli sostitutivi, che “sono più disponibili e meno costosi del tacchino”, ha affermato. Prova un’anatra intera arrosto con glassa balsamica per una pelle croccante e succulenta, una faraona in salamoia al rosmarino o un fagiano arrosto con ripieno di pane di mais.

O per un’esperienza più adiacente al tacchino, Del Coro suggerisce il poussin, un pollo giovane che pesa da 1 a 1 ½ libbre ed è popolare in Gran Bretagna. Ogni poussin può essere farcito individualmente, ha detto, e “tutti possono avere il proprio piccolo tacchino arrosto nel piatto”.

Poiché il tacchino è solo un elemento dei tanti miti e stereotipi coloniali che circondano la festa del Ringraziamento, questa può essere un’opportunità per rinnovare il menu per onorare i nativi americani.

Il movimento per decolonizzare il Ringraziamento si concentra sul riconoscimento del razzismo storico e della violenza nei confronti dei nativi americani invece di perpetuare la narrativa “Pilgrims and Indians” e celebrare i continui contributi culturali di queste tribù. La creazione di un menu decolonizzato può concentrarsi su più cibi tradizionalmente preparati e serviti dai nativi americani.

Aiuta a decolonizzare il tuo menu servendo la zucca ripiena con ceci, mirtilli rossi e quinoa.

Alcuni degli ingredienti comuni a quello che consideriamo il pasto “tradizionale” del Ringraziamento – zucca, tra cui zucche, mais, riso selvatico e ortaggi a radice come patate dolci e rape – sono anche ingredienti indigeni tradizionali, quindi un menu decolonizzato può portare questi piatti in primo piano.

Puoi anche aggiungere cibi preparati frequentemente dalle tribù nella regione in cui vivi. Nel Pacifico nord-occidentale, ciò può includere salmone e frutti di bosco; nel sud-ovest, puoi provare a fare i tamales fatti in casa.

No, concentrarsi sui piatti a base vegetale per il Ringraziamento non significa che devi servire Tofurky.

“Ho fatto molti sondaggi con i miei amici e la mia famiglia” sui piatti preferiti del Ringraziamento, ha affermato Jules Aron, allenatore di nutrizione olistica certificato e autore di “Nourish and Glow: Naturally Beautifying Foods and Elixirs”.

Piatti a base vegetale come carote al forno, patate dolci, barbabietole e zucchine aggiungono colore al tuo menu.

Il più delle volte, ha osservato, le persone scelgono un contorno come miglior cibo del Ringraziamento – “e la maggior parte dei contorni sono già a base vegetale”. Questo Ringraziamento rende un momento naturale per includere più piatti a base vegetale a tavola quando c’è già un’inclinazione al campionamento e alla condivisione. E se la tua ricetta di contorno preferita non è vegetariana, non è la fine del mondo.

“Le persone si spaventano quando pensano a ricette a base vegetale”, ha detto Aron, temendo di dover fare più sostituzioni a un piatto o trovare sostituti di ingredienti insoliti. Tuttavia, “se i tuoi contorni non sono già a base vegetale, di solito c’è una modifica molto semplice che puoi apportare”, come sostituire il brodo di pollo con brodo vegetale o usare i funghi al posto della pancetta.

Aron consiglia piatti semplici a base vegetale che mettono in risalto le verdure di stagione per due motivi: le verdure aggiungono colore a un menu spesso dominato da ingredienti marroni e beige e “quando si acquista in stagione, i prezzi sono più bassi”.

Un intero cavolfiore arrosto può fare un pittoresco piatto centrotavola a base vegetale per il Ringraziamento.

Uno dei suoi contorni preferiti del Ringraziamento sono le verdure arrostite con acero al rosmarino, che possono contenere un mix di ortaggi a radice come patate viola, patate dolci, barbabietole e carote – o qualsiasi opzione che la tua famiglia apprezzi di più. “Non è difficile gettarli su una teglia e arrostirli”, ha detto Aron.

Suggerisce anche di mettersi in mostra con un cavolfiore arrosto intero come piatto centrale a base vegetale. Per portare un altro tocco di colore brillante in tavola, “fai il possibile e trovane uno viola”. Il cavolfiore è una tabula rasa per assorbire i sapori, quindi per il Ringraziamento, Aron consiglia di abbinare la cremosa salsa tahini con i mirtilli rossi di stagione e le noci pecan candite.

.

Leave a Comment