Chi sapeva che gli Happy Meal per adulti sono una cosa?

Da decenni sappiamo che il sesso vende: prodotti, film, qualsiasi cosa. Ma ora la nostalgia sta guadagnando terreno.

Ieri mia figlia di 15 anni ha chiesto se potevamo passare attraverso il drive-through per offrirle un “Happy Meal per adulti”.

Io: “E’ vero?”

Lei: “Sì, mamma, è una cosa”.

Io: “Com’è diverso da un normale Happy Meal?”

Lei: “Non lo so. Penso che ci sia più cibo?”

Poiché credo in importanti ricerche giornalistiche, ho verificato questo. E lei aveva ragione. Gli Happy Meal per adulti esistono. La scatola è più grande. Il cibo è più grande – con 10 pepite o un Big Mac – ma non è questo che li rende così popolari che i membri dello staff di McDonald’s sono sommersi da ordini.

È il giocattolo. Non il giocattolo in sé, ma il ricordo di essere un bambino e di aver ricevuto quel giocattolo Happy Meals. Chi non vuole recuperare un po’ della magia di anticipare cosa potrebbe esserci nella scatola, quella che hai dovuto chiedere ai tuoi genitori di ordinare?

Anche se i nuovi premi probabilmente diventeranno oggetti da collezione, ho dato un’occhiata a loro raffigurati sulla scheda del menu e ho perso l’appetito. Le figurine di plastica sono strane versioni di Grimace, Hamburglar, Birdie e qualcosa chiamato Cactus Buddy. Per ragioni che non capisco, ogni statuetta ha quattro occhi e un sorriso che sembra un bambino assonnato in un minivan in movimento l’ha disegnata con un pennarello.

Adoro McDonald’s e una volta ho avuto una dipendenza entusiasta da Quarter Pounders da adolescente, ma non lo capisco. Questi giocattoli sembrano essere stati lasciati sul cruscotto caldo di un’auto dove si sono parzialmente sciolti. O forse hanno mangiato troppi commestibili di marijuana. Perché mi stanno fissando con così tanti occhi inquietanti? Che diavolo è un Cactus Buddy e dov’è Ronald? Ho così tante domande.

Ma alcune persone che hanno già afferrato il loro Happy Meal per adulti affermano che è stata l’attesa del giocattolo che li ha aiutati a rivisitare la loro infanzia, oltre alla gioia di strappare il piccolo sacchetto di plastica che lo contiene.

Tutti abbiamo simboli degli anni passati che ci riscaldano dall’interno verso l’esterno. Snoopy lo fa sempre per me. O Pacman. E il capitano Crunch. Se dovessi scegliere tra una fetta a tarda notte della migliore torta del mondo contro una grande ciotola di Captain Crunch? Sceglierei il Capitano ogni volta. Mi conosce. Torniamo indietro. Mi ricorda un tempo semplice — quando le preoccupazioni erano basse e il metabolismo era alto.

A quanto pare, non sono l’unico ad avere una cotta per Captain Crunch. Durante una recente crociera al negozio di alimentari, ho trovato una foto del Capitano su una bottiglia di “Cap’n Crunch’s Ocean Blue Artificially Maple Flavored Syrup”. Il nome del prodotto è lungo quasi quanto la mia lista di preoccupazioni sul coinvolgimento del Capitano. Mi sono innamorato di un capitano dei cartoni animati che vendeva pepite dorate e croccanti di bontà zuccherina. Non è una mascotte per la poltiglia blu in bottiglia, o almeno non era tornato negli anni ’80.

Per non essere da meno dal Capitano, Fred Flintstone ora presta i suoi Fruity Pebbles allo sciroppo in bottiglia rossa, e ha il suo kit per pancake nel caso in cui tu non possa decidere tra zucchero e zucchero e preferiresti una combinazione dei due.

Anche i cereali Lucky Charms e Dunkaroos hanno prodotto le loro creazioni di mix di pancake, perché a quanto pare ciò che manca ai pancake è l’inclusione di biscotti tritati e glassa. Sono sorpreso che la scatola non includa anche l’assicurazione dentale.

Ma se vuoi vendermi un portachiavi Lite Brite, probabilmente lo comprerò. La felpa di Snoopy? Sicuro. Perché la nostalgia ci colpisce nel cuore e, a quanto pare, anche nel portafoglio.

Gwen Rockwood è un editorialista freelance sindacato. Mandale un’e-mail a [email protected] Il suo libro è disponibile su Amazon.

Leave a Comment