Cartella di 5 ricette per il diabete

Le persone con diabete possono mangiare la pasta, ma dovrebbero scegliere i tipi di cereali integrali e controllare le loro porzioni. Le ricette di pasta adatte al diabete possono includere tipi di pasta alternativi, insieme a verdure sane, proteine ​​e salse a basso contenuto di grassi.

Questo articolo discute se le persone con diabete possono mangiare la cartella e fornisce ricette adatte.

Esploriamo anche come i carboidrati influiscono sulla glicemia e spieghiamo quali carboidrati sono i migliori per le persone con diabete.

Infine, offriamo suggerimenti su come mangiare la cartella e alternative da considerare e rispondere ad alcune domande frequenti.

Le persone con diabete possono mangiare la pasta, ma dovrebbero scegliere tipi di cereali integrali o alternative al frumento. Devono anche considerare la dimensione della porzione e cosa scelgono per accompagnare la pasta.

Una persona con diabete deve considerare i tipi di carboidrati o carboidrati che sceglie di mangiare. L’American Diabetes Association (ADA) consiglia alle persone con diabete di scegliere carboidrati complessi.

I carboidrati complessi contengono fibre, vitamine e minerali e vengono digeriti più lentamente dal corpo. Il corpo digerisce rapidamente i carboidrati raffinati, causando picchi di zucchero nel sangue.

I produttori rimuovono gli strati esterni e le parti più nutrienti del grano durante la lavorazione dei carboidrati raffinati; le leggi richiedono loro di aggiungere i nutrienti artificialmente.

Scopri di più sui carboidrati semplici vs. carboidrati complessi qui.

I cereali integrali e le verdure sono carboidrati complessi. In termini di pasta, le versioni integrali sono carboidrati complessi e la pasta bianca sono carboidrati raffinati.

Scopri di più su cosa rende i cereali integrali così sani qui.

Le seguenti sono ricette adattate dall’ADA Diabetes Food Hub e dall’Academy of Nutrition and Dietetics. Le ricette includono pasti vegani, vegetariani e in famiglia e idee per la cottura in batch.

Zuppa di pollo, pasta e spinaci (per 4 persone)

Aggiungere una proteina magra come il pollo a un piatto di pasta rallenta quanto velocemente aumenta la glicemia.

Ingredienti:

  • 2 once (oz) di pasta integrale
  • 2 tazze di petto di pollo cotto e tagliato a dadini
  • 1 (14 once) lattina di brodo di pollo a basso contenuto di sodio
  • 1 lattina di pomodori a dadini
  • 1 tazza di spinaci freschi
  • spinaci novelli confezionati, tritati
  • 1/4 tazza di basilico fresco, tritato
  • 1 cucchiaio (cucchiaio) di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero a piacere
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato

Indicazioni:

  1. Unire il brodo e i pomodori e il loro liquido e portare a ebollizione a fuoco alto. Unire la pasta, riportare a bollore, abbassare la fiamma, coprire e far sobbollire finché la pasta non sarà appena tenera.
  2. Togliere dal fuoco e unire gli altri ingredienti. Cospargere il formaggio sulla zuppa, se lo si desidera.

Leggi di più su altre ricette di pollo per le persone con diabete.

Pasta di ceci con verdure arrostite all’aglio (per 5 persone)

La seguente ricetta è adatta a vegani e vegetariani.

Ingredienti:

Indicazioni:

  1. Aggiungere l’olio d’oliva in una ciotola di zucchine e broccoli e mescolare per ricoprire le verdure.
  2. Arrostire le verdure e gli spicchi d’aglio con la pelle in forno a 200 gradi per circa 20 minuti fino a quando non saranno teneri. Togliere l’aglio dalla sua pelle e tritarlo per usarlo nella ricetta.
  3. Mentre le verdure cuociono, cuocete le penne di ceci secondo le istruzioni sulla scatola.
  4. Scolate la pasta e aggiungete le verdure arrostite, l’aglio e una spolverata di origano secco e sale e pepe nero a piacere.
  5. Completare con lievito alimentare per un sapore di formaggio.

Insalata di pasta fredda (12 porzioni)

Qualcuno può cucinare in batch questa ricetta e tenerla in frigorifero per porzionarla in porzioni per il pranzo o cene veloci per una famiglia. Una singola porzione è una tazza di insalata di pasta.

Ingredienti:

  • 1 libbra di pasta integrale secca come fusilli, pappardelle o conchiglie
  • 1 cetriolo grande, tagliato a dadini
  • 1 peperone, tagliato a dadini
  • 2 tazze di pomodorini, dimezzati
  • mezza tazza di condimento per insalata italiano leggero e francese leggero
  • 1 lattina di olive nere
  • ½ tazza di erbe fresche tritate come basilico, prezzemolo o origano

Indicazioni:

  1. Cuocere la cartella secondo le istruzioni sulla confezione.
  2. Unite tutti gli altri ingredienti e mescolate bene.

Minestrone a cottura lenta (per 10 persone)

Questa ricetta vegetariana è una buona opzione per una famiglia numerosa o per cuocere e congelare in batch.

Ingredienti:

  • 1 tazza di pasta di gomito integrale cotta (o 2 once di secco).
  • 2 tazze di fagiolini
  • 4 carote medie, tritate
  • 1 zucchina media, tritata
  • 2 tazze di spinaci novelli freschi
  • 1 gambo di sedano, tritato
  • 1 cipolla media, tritata
  • 28 once di pomodori in scatola
  • 15 once di fagioli cannellini, scolati e sciacquati
  • Lattina da 15 once di fagioli, scolati e sciacquati
  • 6 tazze di brodo vegetale a basso contenuto di sodio
  • 2 cucchiai di condimento italiano essiccato
  • 1 foglia di alloro
  • 4 spicchi d’aglio, tritati
  • 1 cucchiaino di sale
  • ¾ cucchiaino di pepe

Indicazioni:

  1. Aggiungere tutti gli ingredienti, tranne la pasta e gli spinaci, in una pentola a cottura lenta da 6 o 7 quarti. Cuocere a fuoco basso per 7-8 ore.
  2. Alzare la fiamma al massimo e unire la pasta e gli spinaci. Coprire e cuocere per 15 minuti o fino a quando la pasta è al dente.
  3. Eliminate la foglia di alloro prima di servire.

Pasta integrale con cavoletti di Bruxelles e vinaigrette alle noci

Questa ricetta è un modo gustoso per utilizzare i nutrienti cavolini di Bruxelles.

Ingredienti:

  • 6 once di linguine integrali essiccate o spaghetti di spaghetti
  • 1 ½ libbra di cavolini di Bruxelles, affettati sottilmente/a scaglie (circa 8 tazze)
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio, tritati

Per la vinaigrette alle noci:

  • ¼ tazza di noci tostate
  • 4 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiai di erba cipollina fresca
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’acero
  • 1 cucchiaio di senape di Digione
  • sale e pepe nero a piacere

Condimenti:

  • ½ tazza di noci tostate
  • 1–2 limoni, spremuti

Indicazioni:

  1. Cuocere la cartella secondo le istruzioni.
  2. In un robot da cucina, unire gli ingredienti della vinaigrette fino ad ottenere un composto liscio.
  3. Soffriggere i cavolini di Bruxelles in olio d’oliva e aglio per 12-15 minuti fino a quando saranno teneri e caramellati. Versare la vinaigrette, mescolare e togliere dal fuoco.
  4. Unire la pasta cotta e scolata al composto di vinaigrette di cavolini di Bruxelles.
  5. Guarnire con noci tostate e succo di limone e condire a piacere.

I carboidrati sono un macronutriente in alimenti come la pasta che il corpo scompone in un tipo di zucchero: il glucosio. I carboidrati aumentano la glicemia di una persona e il pancreas rilascia insulina per aiutare il glucosio a entrare nelle cellule.

Il corpo immagazzina qualsiasi eccesso come glicogeno nel fegato e come trigliceridi nelle cellule adipose.

Ulteriori informazioni sui livelli di glucosio nel sangue sani qui.

Le persone con diabete di tipo 1 non possono produrre insulina a sufficienza e devono assumerla come farmaco. Nel diabete di tipo 2, il corpo è resistente all’insulina e non è in grado di elaborare correttamente il glucosio, con conseguente glicemia alta.

Scopri di più sui picchi di zucchero nel sangue qui.

Quanti carboidrati?

Un medico o un dietista può aiutare una persona con diabete a gestire i propri carboidrati. Ad esempio, possono introdurre qualcuno con diabete di tipo 1 al conteggio dei carboidrati, in cui registrano quanti grammi di carboidrati mangiano ad ogni pasto e abbinano questa quantità alla loro dose di insulina.

Scopri di più sul conteggio dei carboidrati per il diabete qui.

L’ADA consiglia che mentre il conteggio dei carboidrati è adatto per il diabete di tipo 1, le persone con diabete di tipo 2 possono utilizzare una versione più semplice basata sulla scelta dei carboidrati. Una “scelta” contiene circa 15 grammi (g) di carboidrati in questo metodo.

L’ADA spiega inoltre che gli altri con diabete di tipo 2 preferiscono utilizzare il Diabetes Plate Method, che limita i carboidrati a un quarto del piatto.

I seguenti suggerimenti possono aiutare una persona con diabete a scegliere i pasti che includono la cartella:

  • scegli sempre i tipi di piegatrice a grana intera
  • guarda le dimensioni della porzione; attaccare a un quarto di piatto o mezza tazza di pasta cotta
  • aggiungi una proteina magra come carne, pollame, pesce o fagioli aiutare l’equilibrio glicemia
  • evitare di aggiungere salse e condimenti ricchi di zuccheri o grassi
  • aggiungere le verdure a un piatto o servire con un contorno di verdure extra come insalata, broccoli o verdure miste
  • scegli salse a base di pomodoro rispetto a salse a base di latte ricche e cremose se gestisci il peso
  • controllare le salse a base di pomodoro per gli zuccheri aggiunti
  • se si sceglie di aggiungere il formaggio, attenersi ai tipi a basso contenuto di grassi e alle porzioni più piccole
  • utilizzare il lievito alimentare come alternativa a basso contenuto di grassi al formaggio da cospargere sulla pasta o aggiungere alle salse

Ulteriori informazioni sui piani alimentari sani per il diabete qui.

Le persone possono trovare informazioni nutrizionali sulle etichette degli alimenti, che possono utilizzare per calcolare la quantità di ogni tipo di nutriente che consumano. Le persone possono anche guardare il contenuto totale di carboidrati per porzione se si contano i carboidrati.

L’ADA informa che i “carboidrati netti” non hanno una definizione legale dalla Food and Drug Administration (FDA) e nemmeno l’ADA utilizza questa misurazione.

Ecco alcune risposte alle domande più frequenti su pasta e diabete.

La cartella riscaldata è migliore per le persone con diabete?

È interessante notare che la pasta riscaldata potrebbe essere migliore per le persone con diabete.

Secondo Studio 2020, la pasta bianca raffreddata e riscaldata in salsa di pomodoro è stata associata a un ritorno più rapido alla glicemia basale rispetto alla pasta calda. I ricercatori non sono sicuri del perché questo sia, ma sospettano che il metodo di cottura cambi la struttura chimica della pasta e i suoi effetti sulla glicemia.

Quale cartella non aumenta la glicemia?

Tutte le cartelle aumentano la glicemia in una certa misura. Tuttavia, i tipi di cereali integrali o quelli a base di farina di lenticchie, grano saraceno o piselli contengono più fibre della pasta bianca e possono aiutare a bilanciare meglio la glicemia.

Quanta cartella può mangiare una persona con diabete?

L’ADA consiglia alle persone di contare i carboidrati o utilizzare il metodo del piatto del diabete per porzionare la pasta. Se si utilizza il Metodo al Piatto, le persone non dovrebbero mangiare più di un quarto di piatto di pasta. Si afferma inoltre che una porzione di pasta cotta è una mezza tazza.

Le persone con diabete possono includere la pasta come parte di una dieta sana. Tuttavia, dovrebbero scegliere varietà di cereali integrali ed essere consapevoli delle loro porzioni. Una persona può utilizzare il metodo della piastra, il conteggio dei carboidrati o le misurazioni di mezza tazza per determinare quanta pasta mangia.

L’aggiunta di verdure e proteine ​​extra può aiutare a bilanciare il picco di zucchero nel sangue che può causare mangiare la pasta. Inoltre, ci sono alternative come spaghetti alle verdure, riso al cavolfiore e pasta di lenticchie che qualcuno potrebbe invece scegliere.

Infine, evitare salse ad alto contenuto di zucchero o condimenti cremosi ad alto contenuto di grassi può aiutare qualcuno a gestire il proprio peso e il diabete. In caso di dubbi, una persona può chiedere a un dietista o a un medico di aiutarli a pianificare i pasti.

.

Leave a Comment